Questo sito contribuisce alla audience di

In Friuli Resistenza in Festa.

Oltre la medaglia al Valor Militare alla città di Cividale del Friuli, alla vigilia del 64esimo anniversario della ricorrenza della Liberazione Il Sindaco di Udine Furio Honsell richiama il valore della conoscenza e coscienza di ognuno di noi.

Resistenza Friuli

Alla vigilia della Festa delle Liberazione anche Udine si prepara alle celebrazioni. “Il 25 aprile è la ricorrenza più importante per ogni donna e per ogni uomo che creda nella libertà e nella democrazia. Dobbiamo onorarla con emozione e orgoglio, ma anche viverla come una festa, insieme alle nostre famiglie, affinché tutte le generazioni si ritrovino sempre unite nell’impegno di difendere questi valori fondamentali di civiltà, che sono tanto facili da perdere e così difficili da riconquistare”. E’ questo il messaggio di Furio Honsell, Sindaco di Udine, ricordando che “Se l’Italia è oggi una Repubblica democratica lo dobbiamo alla Resistenza, che fu la fucina dove maturarono e si temprarono i valori e i principi espressi in quel documento di altissima civiltà che è la Costituzione italiana.”

Dopo il corteo, che prenderà il via da Piazza Primo Maggio alle ore 9.45 per rendere omaggio al monumento ai caduti con la deposizione delle corone in Piazza Libertà, il Sindaco Honsell leggerà la motivazione Medaglia al Valor Militare alla città di Cividale del Friuli

Seguiranno gli interventi di :
- Tullio Comuzzi – Studente
- Mario Cuder - Assessore Comunale alla Sanità alla città di Udine
- Pietro Pascoli - Comandante Partigiano Osovano,
- Federico Vincenti - Vice Presidente Naz.le A.N.P.I.
- Giorgio Santin - Rappresentante sindacale
- Monica Emmanuelli - Ricercatrice e archivista dell’Istituto Friulano per storia del movimento di liberazione

La celebrazione si sposterà al parco dei Rizzi dove L’ANPI ha organizzato una festa per vivere una giornata insieme ai partigiani.
E’ un richiamo importante quello di Furio Honsell alla città di Udine. Parole di ricordo e gratitudine ai padri che hanno reso possibile l’unità nazionale e richiamo ai giovani per mantenere vivo il ricordo affinché la coscienza di quanto accaduto resti in ognuno di noi.

Perché la storia sia sempre punto di partenza, anche oggi, di un futuro migliore.

lmc