Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10
  • Educazione Ambientale

    A Scuola nel Parco: Il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane si pone quale riferimento integrativo nell'ambito delle attività di educazione ambientale, didattica naturalistica e sportiva eco compatibile prestate presso gli istituti scolastici.

  • Alta Val Torre

    Visitare l’Alta Val Torre significa anche regalarsi momenti si svago e di ricreazione in una straordinaria cornice ambientale... escursioni, percorsi circolari, parapendio, mountain bike, arrampicata sportiva, equitazione... Il visitatore che interpreta le vacanze in modo sportivo poi, trova qui un contesto unico per completezza e varietà di scelte.

  • I Rifugi del Cuore

    Equilibrio, suoni, armonia e sensazioni che coinvolgono tutti i sensi: questa è la natura. E per scoprire quanto sia importante accostarsi all’ambiente che ci circonda è sufficiente avvicinarsi alle incantevoli cime delle nostre montagne. Per riscoprire il miracolo quotidiano della montagna, i verdi prati alpini dove colori e ombre si alternano in un incantevole panorama di cieli infiniti, la trasparenza disarmante della neve, la naturale perfezione della vita

  • La Laguna in Bicicletta

    si tratta di gite in motobarca attraverso la laguna di Grado e Marano con tappe a Grado, Aquileia e Lignano, con la bicicletta al seguito che servirà poi per effettuare delle escursioni lungo itinerari che sono già stati identificati e proposti e che col passare del tempo saranno ulteriormente aumentati.

  • Val Tramontina

    Le fornaci di calce della Val Tramontina - 50 chilometri a nord di Pordenone, nel cuore delle Dolomiti friulane - continuarono ad ardere per quattro secoli, dal Cinquecento fino al 1954, anno in cui la modernizzazione industriale spense anche l' ultimo esemplare.

  • Le Dolci Lagune del Friuli

    Dopo quella di Venezia, la Laguna di Marano e Grado è la più vasta e la più settentrionale del mare Adriatico e forma un habitat naturalistico di grande pregio. Per questo Comune di Marano in collaborazione con il Wwf decise di istituire nel 1976 l'Oasi di rifugio e protezione.