Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

prossimi 10 »
  • Riviera & Maximilian's

    La bellezza della costa dell`Alto Adriatico, ricca di contrasti, natura, storia e cultura da godere durante un week-end fuori dalle solite ed affollate rotte turistiche, immersi nella bellezza...

  • Trekking Friuli Venezia Giulia, Galoppando tra le paludi

    La Riserva naturale regionale Foce dell’Isonzo è aperta tutto l’anno. Considerata di interesse internazionale per le numerose specie animali e vegetali che ospita, comprende, in 2.350 ettari, stagni, canneti, boschi, prati, coltivi e gli ultimi 15 Km del fiume Isonzo con la sua foce e le zone di marea verso il mare aperto. Vi sono state segnalate 297 specie di uccelli, di cui 87 nidificanti, 27 di mammiferi, 32 di pesci, nove di anfibi, 11 di rettili e 340 piante. Nell’ultimo inverno sono stati censiti 40mila uccelli acquatici.

  • Bici, Binari & Bengodi

    È stata presentata a Pordenone "Bici, Binari & Bengodi", iniziativa che prevede il connubio di gite in treno + bici con alcune significativemanifestazioni culturali e gastronomiche dei Comuni attraversati dalla linea ferroviaria "Pedemontana".Il programma prevede 10 escursioni con la bicicletta e tre gite a piedi, tutte coincidenti con un evento estivo. Si aggiungono all'appuntamento di Pasquetta nel quale la FIAB ha celebrato la quarta giornata nazionale "Bicintreno" sperimentando con notevole successo di presenze l'itinerario che sarà riproposto a settembre.

  • Carnia, Dove Volano i Folletti

    Nel Friuli-Venezia Giulia c'è una regione che assomiglia ad una grande mano: la Carnia, il cui palmo è idealmente costituito dalla valle solcata dal Tagliamento e le dita sono rappresentate dalle vallate scavate dai suoi affluenti. La leggenda narra che questa terra, che offre dunque mille opportunità per tutti i gusti, sia abitata dagli sbilfs, i folletti dei boschi della Carnia, indiscussi protagonisti dell'immaginario locale e dei racconti tramandati oralmente da padre in figlio....

  • Valcellina: Natura Libera!

    Una quarantina di stambecchi nati e allevati sulle montagne svizzere sara' liberata il primo luglio nel Parco delle Dolomiti Friulane del Friuli Venezia Giulia. Quello di oltre cento anni fa fu un vero e proprio ''ratto'' degli stambecchi perpetrato a danno dell' Italia da un manipolo di bracconieri valdostani assoldati dalla Svizzera, desiderosa di poter annoverare, sulle proprie montagne, una specie che non le apparteneva....

  • Friuli: I Luoghi Del Cuore

    Anche il Friuli Venezia Giulia tra i Luoghi del Cuore perchè la natura parla direttamente al nostro cuore, creando spesso emozioni indelebili, che finiscono per conservarsi dentro di noi. E i “teatri” di quelle emozioni diventano per sempre i luoghi del cuore, che nella nostra memoria non cambieranno mai. Ma che il tempo, il disinteresse e spesso, purtroppo, l'incauto intervento dell'uomo possono rovinare. Tutti noi abbiamo un luogo del cuore e tutti noi sentiamo il bisogno di difenderlo.

  • Le Rondini Non Portano l'aviaria

    La psicosi di massa causata dalla presenza del virus aviario H5N1, che sta condizionando negativamente il comportamento di molte persone nei confronti di uccelli e animali selvatici, rischia di colpire nelle prossime settimane le rondini, una specie molto diffusa e ben presente nell’immaginario collettivo come simbolo della primavera. L’allarme viene dalla LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli), che ha inviato oggi una lettera ai presidenti delle associazioni agricole (Cia, Coldiretti e Confagricoltura) per avvertire del rischio che cittadini e agricoltori, per paura del virus, decidano di impedire o disturbare la nidificazione di questi uccelli nelle stalle, negli edifici rurali e nei centri abitati. ….

  • Educazione Ambientale

    A Scuola nel Parco: Il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane si pone quale riferimento integrativo nell'ambito delle attività di educazione ambientale, didattica naturalistica e sportiva eco compatibile prestate presso gli istituti scolastici.

  • La Laguna in Bicicletta

    si tratta di gite in motobarca attraverso la laguna di Grado e Marano con tappe a Grado, Aquileia e Lignano, con la bicicletta al seguito che servirà poi per effettuare delle escursioni lungo itinerari che sono già stati identificati e proposti e che col passare del tempo saranno ulteriormente aumentati.

  • Zahre: il paese incantato.

    Fuoco, focolare, due sinomini significativi di calore umano fisico e spirituale, due elementi primordiali di vita, di unione e pace. Quando nevica a Zahre non c’è niente di meglio che riunirsi attorno al fuoco, luogo d'incontro della famiglia e restare a guardare l’incanto delle Alpi e della Natura assopita.