Questo sito contribuisce alla audience di

Brindisi dal tedesco e dallo spagnolo

Non è ammesso astenersi dal brindisi. Tanto vale anche per gli astemi.

Brindisi non deriva dalla città pugliese, ma da una espressione tedesca di augurio: «bring dir’s» con il significato di io porgo a te (il boccale di birra o il bicchiere di vino). Ma stranamente il vocabolo è giunto a noi da altre vie: attraverso lo spagnolo brindis.

Dal brindisi in onore di persone non è ammesso astenersi. Tanto vale anche per gli astemi i quali possono limitarsi a sfiorare il bicchiere con le labbra.

Nei pranzi ufficiali tutti si alzano per il brindisi, ma senza toccare i bicchieri. Diversamente, nei pranzi privati, se il numero dei convitati non supera la ventina, è anche possibile rimanere seduti. In ogni caso gli ospiti si adeguano ai “segnali” che partono dall’anfitrione.

Il meccanismo è già spiegato nel volume «Come si vive nella buona società», del 1895:

«Per brindisi, se trattasi di pranzi ufficiali, bisogna alzarsi in piedi. Non è di buon genere il tocco dei bicchieri. Per fare un brindisi si alza il bicchiere fissando la persona a cui si vuol brindare e che se ne sarà accorta, quindi lo si abbassa, vi si appressano le labbra e si beve qualche sorso, guardando sempre quella persona.Ciò facendo si resta seduti se il pranzo è privato, oppure se il brindisi è fatto da persona a persona in modo affatto incidentale e particolare. Ma ci si alza tutti in piedi quando si tratta d’un pranzo d’importanza».

Ma non tutti possono proporre il brindisi. Per i giovanotti del 1897, ad esempio, l’assenso preventivo doveva venire dal capo famiglia:

«Un giovanotto può a tavola, in una festa di famiglia, fare un brindisi alla persona festeggiata, anche se questi è un ospite; è un diritto che spetta al capo della casa, ma egli, fatto un cenno al padre, si alza in piedi, prende il bicchiere ricolmo e volgendosi all’eroe della gaia cerimonia, dice le sacramentali parole: bevo alla salute, alla felicità, al successo, alla promozione, ecc., di…»

Link correlati