Questo sito contribuisce alla audience di

Fiori per ogni occasione

I fiori si prestano per le occasioni più disparate, dalla nascita al funerale

Nell’imbarazzo della scelta su cosa regalare, i fiori possono ovviare ottimamente. Sempre graditi, possono eventualmente accompagnare anche un regalo impegnativo, senza però soffocare il regalo stesso.

Dalla nascita al funerale, i fiori sottintendono anche un “linguaggio” definito principalmente nell’Ottocento quando ancora i rapporti tra innamorati erano “sotto controllo”.

Linguaggio non solo per innamorati. Ad esempio per gli Occidentali il crisantemo è notoriamente il fiore dei morti e mai ci sogneremmo di regalarlo. Questo perché la sua fioritura avviene proprio nel periodo in cui si ricordano i defunti. Non così per i paesi d’origine del crisantemo (Cina e Giappone) dove è il fiore ornamentale per eccellenza.

Fiori per ogni occasione, quindi, sempre accompagnati da un bigliettino scritto a mano, dimostrando con questo attenzione nei confronti del festeggiato, e in numero dispari, ad eccezione dei compleanni dove potrebbero adeguarsi all’età.
Vediamo nell’ordine, dalla nascita alla morte:

Nascita: alla puerpera ancora in clinica, per motivi di praticità meglio inviare una pianta. In ogni caso, i fiori scelti non devono avere una profumazione troppo intensa.

Matrimonio: preferibili le composizioni ai fiori recisi, onde evitare di aggiungere problemi pratici per il reperimento dei vasi. Pensiero squisito far trovare dei fiori agli sposi al loro ritorno dal viaggio di nozze.

Compleanno - onomastico: fiori sempre indicati per il sesso femminile; nel caso dell’uomo l’omaggio floreale ha una scelta limitata: una rosa simbolica o una pianta. Quando gli anni da festeggiare sono tanti, meglio non sottolinearli con un identico numero di fiori.

Invito: ad un ricevimento importante l’invitato non si presenta con i fiori in mano, ma li avrà fatti recapitare, pensando magari ad un centrotavola. Per un invito non formale i fiori si consegnano alla padrona di casa, la quale si preoccupa di disporli in buona evidenza.

Ospitalità: fiori a ringraziamento, inviati solo dopo la partenza.

Esposizione: ad un artista, per una mostra, si inviano dei fiori (mai garofani!).

Funerale: solo fiori naturali. Quando la salma è in casa, al mazzo di fiori preferire la “corona” o il “cuscino”, che devono giungere prima del rito funebre.