Questo sito contribuisce alla audience di

Albergo

Rispetto degli orari per gli ospiti dell’albergo. Saluti, o meno, entrando nella sala da pranzo.

Il rispetto degli orari sanciti, è quanto si richiede all’ospite dell’albergo. Presentandosi al limite della chiusura della sala ristorante, dopo essersi scusato con il personale di servizio, il ritardatario farà buon viso ad eventuali carenze nel servizio e nel menu.

Entrando nella sala da pranzo di un grande albergo si ignorano, se non si conoscono, quanti pranzano nelle tavole vicine. Diversamente, in una pensione a conduzione familiare, si accenna un saluto anche a chi ancora non fosse stato presentato.

Il conto di chiusura del soggiorno chiesto con un certo anticipo (anche alla vigilia della partenza), permette un agevole controllo. Eventuali lamentele o contestazioni si espongono con calma e discrezione, sollecitando quelle precisazioni che si rendessero necessarie.

La mancia si adegua all’ambiente. Nei grandi alberghi, efficienti quanto anonimi, la mance vanno date subito e direttamente alla persona che svolge il servizio. Diversamente, si lascia la mancia al personale addetto alle pulizie, alla cameriera del piano, al personale di sala. Non trovandoli al momento della partenza, la mancia va lasciata in una busta, alla reception. Negli ambienti a conduzione familiare meglio la mancia cumulativa.