Questo sito contribuisce alla audience di

Torta nuziale

La torta introdotta negli Anni Venti in Italia. Prima fatta allo sposo, servita dalla sposa come promessa di stare a fianco del marito per tutta la vita

Mai nominata nei pranzi dell’Ottocento, la torta nuziale fa la sua comparsa in Italia negli anni Venti, introdotta dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna.

La torta nuziale, a meno che non sia già predisposta come centrotavola o su un tavolino a parte, viene portata a fine pranzo e posizionata davanti agli sposi, intera.

Lo sposo immerge il coltello nella torta, quindi la sposa appoggia la propria mano su quella del marito e assieme completano il taglio della prima fetta.

Prima fetta che spetta di diritto all’uomo, servita dalla moglie. Simboleggia la promessa di stare al fianco del marito per tutta la vita. La seconda fatta è per la sposa. Ai successivi tagli provvede il personale di servizio.
La sposa offre la torta nuziale ai familiari: prima alla suocera, poi alla madre, ai due padri, ai testimoni.

Nel frattempo i camerieri si preoccuperanno di tagliare le altre fette, servendo rapidamente tutti gli altri invitati.

Link correlati