Questo sito contribuisce alla audience di

Condoglianze

Si invia alla persona che meglio si conosce, della famiglia colpita dal lutto. Condoglianze scritte richiedono ringraziamenti scritti

Scritte, le condoglianze si inviano dopo il ricevimento della comunicazione del decesso. Destinataria di una breve lettera, o di un bigliettino da visita se meno intimi, è la persona della famiglia che si conosce meglio.

Le frasi di circostanza: «appreso con profonda tristezza», «addolorati dalla triste notizia», «informati della dolorosa perdita», «profondamente vicini», «partecipiamo al dolore»…

Accettabili come conclusioni: «pregando di accettare le condoglianze più sincere e addolorate», »esprimendo la più viva partecipazione».

Condoglianze scritte richiedono ringraziamenti scritti, anche su biglietti stampati.

Due esempi: «…ringrazia commossa e infinitamente grata», «…profondamente toccati dalle espressioni di simpatia testimoniate in occasione del decesso di…, presentiamo i nostri sentiti ringraziamenti».

Le condoglianze verbali si presentano durante la visita di condoglianze in chiesa, dopo la benedizione della salma. I familiari del defunto si schierano in fila, possibilmente per ordine decrescente di parentela, mentre le persone che escono dal luogo della cerimonia presentano le proprie condoglianze, cui aggiungono, in caso di maggiore intimità, una parola affettuosa.

La visita di condoglianze, solo se intimi con la famiglia del defunto, può aver luogo immediatamente o nei giorni seguenti il funerale.