Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Vicario

    Canonico che sostituisce in varie mansioni un superiore ci si rivolge con Reverendo Padre. Scrivendo: Rev.mo Monsignore

  • Vescovo

    Governatore di una diocesi della Chiesa cattolica ci si rivolge con Eccellenza

  • Tenente

    Secondo grado nella gerarchia degli ufficiali, al tenente compete il comando di un plotone o di unità equivalente.

  • Telegramma

    Conciso ma chiaro, tale da non richiedere la decifrazione, si ricorre al telegramma privato solo nei casi di stretta necessità, per matrimoni, per lutti.

  • Suora

    Religiosa che ha pronunciato i soli voti semplici si chiama sorella. Nell'uso comune equivale a monaca, che però ha pronunciato i voti solenni. Scrivendo: Reverenda Madre.

  • S. P. R.

    Si Prega Rispondere, segnalato sul biglietto d'invito, indica la necessità di una risposta.

  • S. P. M.

    Sue Proprie Mani: sigla che identifica una missiva da consegnare a mano. Con pomposità: S.P.G.M. (Sue Proprie Gentil Mani).

  • Sindaco

    Nell’ intestazione: Signor Sindaco, oppure Illustre signor Sindaco; nella lettera: signor Sindaco; in chiusura: Con ossequio, o Devoti ossequi. Nell’ indirizzo: Egr. Sig. … (titolo, nome e cognome) Sindaco di…

  • Signorina

    Signorina può considerarsi una giovane dopo i dodici anni. La lettera, nell'indirizzo, porta la precisazione Signorina. Eventuale abbreviazione, da evitarsi all'interno della lettera: sig.na.

  • Signora

    La lettera, nell'indirizzo, porta la precisazione Signora. Eventuale abbreviazione, comunque da evitarsi all'interno di una lettera: sig.ra.