Questo sito contribuisce alla audience di

Peloponneso

Alla scoperta di una terra dove si respira in pieno la tradizione e la cultura greca

Terra dove si respira in
pieno la tradizione e la cultura greca, fu teatro
in antichità della più lunga guerra tra le due
città rivali greche per eccellenza, Atene
e Sparta. Per questo il nostro percorso
sarà ricco di soste, e naturalmente di
interessanti banchetti.

Dapprima ci fermiamo ad Epidavros per
ammirare lo splendido teatro greco testimonianza
delle celebri commedie e drammi, che ancora oggi
hanno una forza particolare e, se recitate in
questi luoghi, assumono un fascino personalissimo
difficile da descrivere.

Arriviamo poi a Nauplio, sede di un
bellissimo castello, ma anche caratterizzata da
locali e spiagge per attrarre i turisti, nelle
cui vicinanze è possibile ammirare le rovine di Mikene
con la famosa Porta dei Leoni. Da non
mancare la visita a Sparta, anche se le
rovine rimaste non sono moltissime, e la
cittadina di Mistras con i suoi conventi,
le chiese Bizantine e la vista del monte
Taigeto
.

Altra tappa obbligatoria è Gythio, con il
suo piccolo teatro greco per poi toccare Aeropolis
e le stupende grotte di Pirgos Dirou.
Infine, località da segnalare sono anche Pylos,
con la sua bellissima baia teatro della battaglia
di Navarino, il palazzo di Nestore,
bella reggia micenea, e naturalmente Olympia,
con il suo museo, le sue rovine e quel che resta
del mitico stadio.

Tra la produzione enogastronomica ricordiamo,
oltre agli splendidi piatti a base di pesce,
l’olio di oliva a denominazione di Petrina,
un olio vergine della varietà Koroneiki,
agnello in fricassea, la moussaka, il formaggio
feta, e i vini a denominazione di origine tra cui
il Nerea, vino rosso da vitigno
Agiorgitiko
con buona attitudine
all’invecchiamento; il Martinia bianco
dal vitigno Moschophilero secco,
leggero,profumato e ben equilibrato; il Patras,
bianco dal vitigno rhodotis leggero,fresco ed
equilibrato; Mavrodaphni di Patras vino
rosso liquoroso dall’omonimo vitigno che dà
una particolare fragranza (è un vino che matura
dopo 10 anni): il Moscato di Patrasso dal
vitigno moscato bianco, vino liquoroso dal colore
topazio, ottimo sia come aperitivo naturale che
come vino da dessert.