Questo sito contribuisce alla audience di

La scozia a tavola - prima parte

tra una cornamusa ed un kilt, qualche pietanza non ci sta male.....

La Scozia a tavolaLa cucina scozzese è
espressione del modo di essere di questo popolo e
della sua cultura, una cucina povera essenziale,
ricca di sapori forti, dovuti ai prodotti che
nascono da queste terre impervie o che provengono
dal mare che la circonda, dunque quando andiamo
in questo paese non dobbiamo aspettarci la
raffinatezza della cucina francese
o la ricchezza e la varietà di quella italiana,
ma comunque avremo il piacere di gustare piatti
senza fronzoli ma tipici e genuini. Il sistema di
vita è duro, gli abitanti in molte zone della Scozia
lavorano le piccole zone di terra, allevano il
bestiame e completano queste attività con la
pesca di pesce e crostacei di conseguenza, come
detto, la dieta alimentare delle Comunità è
semplice e frugale.

Ogni casa ha il
proprio barilotto di farina d’avena per
sfornare i classici oatcakes e i
bannocks, saporite e nutrienti
sono le minestre ed i porridges,
apprezzata la carne di montone,
le aringhe e lo sgombro
sotto sale, unite ad altre prelibatezze di mare e
fiumi come i gamberetti ed il salmone
; dal latte della mungitura di capre, pecore e
mucche si ottengono il burro e i
formaggi semplici come il crowdie.

Le
tradizioni alimentari

Vediamo alcune
delle specialità alimentari più gustose della Scozia
e che potete provare recandovi in questa
splendida terra:

Bannocks
(o Oatcakes)
: Biscotti fatti con farina di avena
e orzo e cotti al forno, al
giorno d’oggi i bannocks
sono mangiati spesso con il formaggio, parecchie
sono le ricette tradizionali e si trovano molti
produttori in Scozia.

Manzo
Scozzese :
La carne della razza bovina dell’aberdeen-angus
è famosa in tutto il mondo per la sua eccellente
qualità (l’ho provata di persona in un
ristorante poco tempo fa e devo dire che è
veramente incredibile la sua morbidezza e il
sapore della sua carne).

Brodo
scozzese o Hotch-Potch
: viene preparato secondo
tradizione bollendo carne di montone
(il collo è la parte migliore),unitamente a
manzo, o al pollo (per un brodo di pollo). A
piacere possiamo aggiungere delle verdure a
scelta, che dovrebbero essere tagliate, come
carote, piselli, porri, cavoli, rape e sedano .
Le verdure dure vanno all’ ebollizione,
insieme ad una manciata di orzo, le verdure più
molli vanno aggiunte in seguito.

Panino
Nero

:Il panino nero è una torta molto ricca alla
frutta secca, fatta con uva passa, mandorle
tagliate e lo zucchero di canna con l’aggiunta di
cannella e zenzero. Prende il relativo nome dal
colore molto scuro.

Colcannon: Un piatto originario
delle isole occidentali della Scozia
ed assai diffuso anche in Irlanda.
Ingredienti base sono cavolo, carote, rape e
patate bollite. Queste verdure vengono poi
stufate per circa 20 minuti in una teglia
imburrata, condite con sale e pepe e servite
calde

Crowdie : E’ Un formaggio
semplice, fatto col siero di latte di latte un
po’ inacidito condito con sale e un tocco di
pepe. Il siero di latte condito viene poi
compresso in un sacchetto per rimuovere l’acqua
eccedente, conservato per due giorni poi servito.

Salmoni
Scozzesi
: I fiumi Tay e Tweed
sono le fonti principali per la pesca del
salmone, anche se sempre di più si sta
diffondendo l’allevamento. Il salmone viene
poi affumicato e servito come antipasto su
tartine imburrate.

Haggis: L’Haggis
è uno dei piatti scozzesi meglio conosciuti,
molto saporito, anche se molti che l’ hanno
assaggiato per la prima volta hanno poi avuto
qualche problema di stomaco sapendo gli
ingredienti: è fatto con le frattaglie
della pecora
, le budella, i polmoni, il
cuore ed il fegato delle pecore sono bolliti,
tritate e mescolate con il grasso di rognone del
manzo e farina d’avena leggermente tostata.
Questa miscela è disposta all’interno dello
stomaco della pecora, ed è cucito in modo da
richiudere per poi farlo bollire per almeno 3
ore, anche se può essere cotto anche al forno
per evitare il pericolo ceh il sacco scoppi.

Porridge: piatto semplice, fatto
con farina d’avena bollita lentamente e mescolata
continuamente con un bastone di legno che è
lungo circa 30cm (o 12″) - per evitare la
formazione dei grumi. Il porridge dovrebbe essere
spesso e sano, non sottile , oggigiorno è
mangiato spesso per la prima colazione, con
l’aggiunta di latte.

- continua - .