Questo sito contribuisce alla audience di

Scotch Whisky - Le Distillerie

Su e giù per i templi dello scotch.....

Le
Distillerie

Di
regola non è che le distillerie siano
edifici particolarmente belli, anche se alcune sono
situate in posizioni splendide e in altre si ha un po’
di cura dell’aspetto esterno, come ad esempio in
quella di Laphroaig, col suo intonaco di un bianco
splendente e le sue cassette di fiori alla finestre,
indice di una mano femminile: non per niente è
l’unica distilleria diretta da una donna. Gli scozzesi,
che amano la loro terra quant’altri mai, sono riusciti
a rendere la loro “industria” un patrimonio
turistico e culturale non indifferent,. ben 46
delle 116 distillerie esistenti dispongono di
un Visitors Center, che permette di visitare
l’impianto e nella maggior parte dei casi di assaggiare
il prodotto finito, meritevoli di una particolare menzione
sono Glenlivet, Edradour, Oban
e Glen Ord oltre le già citate Talisker
e Clynelish.

La
Glenlivet è la Distilleria per antonomasia:
situata nella zona più remota della valle del
Livet, dà a chi vi giunge una impressione
di bellezza e di serenità, qualità che
come in ogni grande malto che si rispetti si trasfondono
interamente dal paesaggio al whisky. Giungendo da sud,
all’improvviso la boscaglia si dirada e quello
che fino ad allora era stato un torrente di montagna
placa la sua furia e si adagia nella valle, qui apparei
c’è la distilleria n°1 al mondo e, se
siete molto fortunati, invece della pioggia potreste
godervi lo spettacolo di un raggio di sole che fa risplendere
l’inconfondibile tetto a pagoda.

Più
a sud, nella regione di Perth, si incontra la
più curiosa distilleria di Scozia, Edradour
[pron. Idradauer]. E’ in una zona meno selvaggia
di Glenlivet, frequentata dai golfisti di tutto
il mondo. L’edificio è minuscolo e le attrezzature,
tutte piccole e ottocentesche, permettono una produzione
annua veramente limitata. Il malto è ottimo,
di gran classe, ed è usato nel blend del Clan
Campbell
e del più ricercato House of
Lords
. Proprio a causa delle dimensioni degli impianti
la distilleria è una delle pochissime che è
in funzione anche nei mesi estivi, a differenza delle
altre che sospendono l’attività da maggio
a ottobre per manutenzione. Edradour è
insomma una delle distillerie più domestiche
ed artigianali di Scozia, immersa in uno scenario
assolutamente bucolico.

Oban,
cittadina sulla costa ovest delle Highlands,
è sede di una distilleria anch’essa meritevole
di una visita. In primo luogo perchè ha un’organizzazione
e un’efficienza nell’accogliere e far sentire
a proprio agio i visitatori veramente di primissimo
ordine, secondariamente perchè è curiosamente
posta proprio al centro di Oban, infine, particolare
che non bisogna mai trascurare, perchè produce
un malto di altissimo rango, riconosciuto
tale anche dalle United Distillers che lo ha
posto nell’Olimpo della sua Classic Malt Range.
Quindi se volete mangiare dell’ottimo pesce innafiato
da ottima birra e capire veramente come funziona una
distilleria, gettando al contempo un occhio alle bellezze
locali, Oban non mancherà di soddisfarvi.

Nelle
vicinanze della capitale delle Higlands, Inverness,
troviamo Glen Ord nota fino a qualche anno fa
anche con il nome della località Muir of Ord.
Anch’essa di remota ubicazione e di concezione
relativamente moderna, offre una squisita accoglienza
ai propri visitatori pur senza lo sfarzo delle più
famose Glen Fiddich o Glen Livet. Il malto
che vi si produce è di difficile reperibilità
come single poichè la gran parte della produzione
è destinata ai blended della casa madre Dewar’s.