Questo sito contribuisce alla audience di

Le terre di origine del tè

Altre notizie su questa bevanda molto popolare nei paesi anglosassoni....

Le varietà del te hanno spesso nomi esotici: Darjeeling Flowery Orange Pekoe, Ceylon Broken Orange Pekoe, questi nomi indicano le principali caratteristiche che distinguono un tè dall’altro; la terra di origine e le dimensioni delle foglie.

Un tè raffinato e aromatico proviene dalla regione di Darjeeling, un distretto settentrionale sulle pendici meridionali dell’Himalaya, ed è piuttosto chiaro e di sapore delicato.

Nell’Assam, provincia dell’India settentrionale, si produce un tè molto scuro, di sapore intenso e speziato, colore nero e retrogusto tipico, ed è così forte che anche dopo averlo posto in infusione più volte non perde intensità di sapore, per cui è molto utilizzato in molte miscele (”blends“).

Il tè di Ceylon, molto aromatico, ha un sapore leggermente acre, il suo colore è un avia di mezzo tra i due sopracitati.

I tè africani hanno avuto molto successo negli ultimi anni, in Kenya i migliori tè sono raccolti durante la siccità.

Il tè verde è ottenuto dalla stessa pianta del tè nero, si differenzia da questo’ultimo solo perchè non viene fermentato e quindi non subisce alcun mutamento chimico, questa tipologia di tè è particolarmente amata nei Paesi dell’asia orientale, in particolare è fondamentale per la cerimonia del tè giapponese.

Il tè di Oolong non rientra nè nella categoria dei tè neri ne in quella dei tè verdi, infatti all’esterno è fermentato mentre all’interno resta verde.

Il tè può essere aromatizzato in vari modi, pezzi di frutti, fiori,spezie e aromi sono usati per avere prodotti variegati;il più famoso tra i tè aromatizzati è l’Earl Grey inventato nel XIX secolo secondo una ricetta del Ministro degli Esteri Britannico dell’epoca: Edward Grey.

Al tè si aggiunge dell’olio essenziale di bergamotto, che gli conferisce sapore fiorito e leggermente acidulo.

Altri tè aromatizzati sono ottenuti aggiungendo vaniglia, gelsomino, arancia, ciliegie selvatiche, ribes nero, mango, limone, menta o mela.