Questo sito contribuisce alla audience di

Euroturisti

L'avvento dell'Euro, a partire dal gennaio 2002, avrà un effetto straordinario sulla mobilità delle persone all'interno dei dodici paesi dell'Unione Monetaria Europea. Dal 1° gennaio 2002 infatti belgi, francesi, tedeschi, portoghesi, spagnoli, irlandesi, olandesi, italiani, lussemburghesi, austriaci, finlandesi e greci viaggeranno con una nuova moneta in tasca, tutti la stessa: l'Euro. I cittadini aderenti all'UEM potranno così confrontare i prezzi dei biglietti aerei venduti dall'Agenzia di Londra come da quella di Atene, e scegliere l'offerta più conveniente.

Settore chiave dell’economia europea, il turismo rappresenta il 5,5% del PIL, il 6% dei posti di lavoro, e un terzo delle esportazioni di servizi dell’Unione.
Per l’industria del turismo il passagio all’Euro rappresenta quindi una sfida particolarmente importante.

I vantaggi per i viaggiatori saranno numerosi:

- senza più passaporti, senza controlli doganali e senza problemi di valuta,la circolazione all’interno dell’Unione aumenterà;

- i prezzi dei prodotti turistici tenderanno ad uniformarsi, anche se non ai livelli più bassi praticati attualmente dai paesi dell’Unione. Le grandi divergenze verranno comunque meno e nel medio periodo per lo stesso prodotto i diversi paesi dell’Unione praticheranno lo stesso prezzo;

- la maggiore circolazione renderà necessario un adeguamento degli standard delle infrastrutture turistiche: per un dato prezzo il turista pretenderà lo stesso servizio in tutti i paesi dell’Unione. Aumenterà quindi l’offerta di qualità

- verranno per contro penalizzate le aziende turistiche (alberghiere, trasporti, tour operator) che non saranno in grado di rinnovarsi ed adeguarsi ai nuovi standard

L’Italia sarà una delle nazioni più favorite tra i paesi
dell’area dell’Euro.

Nel corso del 2001 l’Italia ha infatti
consolidato il suo ruolo di leader del turismo europeo con un
introito valutario di 25.450 miliardi di lire nei soli primi sei mesi.
In questo periodo sono stati registrati oltre 17 milioni
e mezzo di arrivi di turisti europei, di cui 6.441.000 dalla
Germania, 4.700.000 dalla Francia e 1.072.000 dal Regno
Unito.

CONTINUA…

Ultimi interventi

Vedi tutti