Questo sito contribuisce alla audience di

Il carrozzone è diventato un calesse

A proposito del nuovo esame di stato! Sono commissario interno di Geografia economica e per la prima volta mi trovo ad affrontare serenamente il giudizio sui candidati. Non sono più un commissario esterno, costretto nel ruolo di indagatre della corrispondenza alla situazione reale del documento di fine anno, delle votazioni emerse dallo scrutinio, della buona fede dei commissari interni (fino all'anno passato pronti a tutto pur di salvare i loro protetti!)

Quest’anno è cambiato tutto, gli insegnanti dell’ultimo anno sono anche i commissari d’esame, conoscono benissimo i candidati e possono finalmente valutare liberamente la prova d’esame!

Per me è stata una liberazione.

Anche dal punto di vista pratico-organizzativo nella mia commissione tutto sta filando liscio come l’olio
:
si giudica una sola classe, si lavora con grande velocità e agilità, mediamente i tempi sono quasi dimezzati.

Non si è verificato alcun valzer di nomine, nessuno dei docenti interni se la sente infatti di abbandonare i propri studenti alla fine di un lungo percorso maturato assieme!

Lo Stato ha sicuramente risparmiato e forse queste risorse potranno essere investite nella formazione e nell’aggriornamento dei docenti. (Utopia?)

Che cosa può aspettarsi un candidato da questo nuovo esame?

Una valutazione più obiettiva, basata sull’effettivo andamento delle prove d’esame.

Non si potrà più contare sul colpo di fortuna ma chi ha lavorato seriamente nel corso dell’anno verrà sicuramente premiato.

Ultimi interventi

Vedi tutti