Questo sito contribuisce alla audience di

L'Europa dei 25

Il 1° Maggio l'Unione Europea si allarga verso Est, il numero di Stati membri passerà da 15 a 25. I nuovi stati membri hanno soddisfatto criteri politici ed economici necessari per ottenere il consenso all'adesione.

Si tratta di paesi democratici che proteggono le minoranze etniche, politiche e religiose presenti nel loro territorio;

sono caratterizzati da un’economia di mercato reale ed hanno un sistema produttivo in grado di competere con quello dell’UE a 15.

L’allargamento avrà un notevole impatto economico, in quanto un mercato più vasto e maggiormente integrato stimolerà la crescita economica non solo negli attuali Stati membri ma anche in quelli nuovi.

Questi trarranno vantaggio dagli investimenti delle imprese dell’Europa occidentale e dalla possibilità di accedere ai finanziamenti UE a favore dello sviluppo regionale e sociale.

L’integrazione delle loro economie nel resto dell’Unione è già in corso, in quanto gli accordi commerciali, i negoziati e gli applicati attivati prima dell’adesione hanno già eliminato tutte le barriere, tariffarie e contingentali , che ostacolavano le esportazioni di tali paesi negli attuali Stati membri.

La popolazione dell’UE raggiungerà i 454.900.000 abitanti, sarà leggermente più giovane di quella dell’Europa a 15 ( il 16% dei quali avrà meno di 15 anni.) ma avrà un’aspettativa di vita inferiore.

Alcune curiosità sui nuovi paesi…

Ultimi interventi

Vedi tutti