Questo sito contribuisce alla audience di

Visto dall'India

Un recente articolo pubblicato dal Times of India raffronta la situazion demografica dell'India con quella della Cina, traendo alcune interessanti ed inaspettate conclusioni. Il nostro punto di vista "eurocentrico", da Nord del Mondo, viene completamente ribaltato.

Nell’articolo vengono posti a confronto i tassi di natalità dell’India e dell Cina.

 Il tasso di incremento indiano, 1,56% ,   supera quello cinese, pari allo 0,64%.

Se la tendenza demografica non cambierà il proprio corso, nel 2030  la popolazione indiana  supererà quella cinese, e la struttura della sua popolazione vedrà un considerevole incremento delle classi d’età giovani, comprese tra 15- 65 anni.

L’età media popolazione indiana si assesterà sui 26 anni mentre quella cinese sui 33.

In termini economici questo significa che la Cina, nel medio periodo, dovrà affrontare il problema di maggiori oneri sociali conseguenti all’invecchiamento medio della popolazione e al sempre maggior numero di pensionati 

In Cina il tasso di dipendenza ( n° di persone con più di 65 anni/ n° di persone inferiori ai 15 anni) aumenterà progressivamente, nel 2050 raggiungerà il valore di 0,65 ( 0, 97 oggi in Italia), mentre in India si assesterà sul valori compresi tra lo 0,48 e lo 0,50.

La giovane popolazione indiana permetterà al suo paese di superare in competitività la Cina  e di registrare,  fino al 2050, un tasso di incremento annuo dell’economia pari al  5%

 

Continua http://guide.supereva.com/geo/interventi/2005/05/209612.shtml

 

 

 

 

 

 

Ultimi interventi

Vedi tutti