Questo sito contribuisce alla audience di

Perchè l'UE non vuole aprire le porte alla Turchia

Quali sono gli ostacoli che si frappongono all'ingresso della Turchia nell'UE? 80 milioni di abitanti sono troppi, è un paese islamico che confina con una della aree più instabili del mondo, dal Caucaso all’Iraq....

La Turchia fa paura

- per l’alta crescita demografica che potrebbe liberare flussi incontrollati di migrazione verso il cuore economico europeo;

- per la sua povertà, il reddito pro-capite si aggira infatti sui 6.000 dollari annui, ( 20.000 l’Italia, 22.000 la media UE a 15) ;

- per il costo di adeguamento infrastrutturale a carico dei paesi dell’Unione, che dovrebbe assorbire oltre il 20% circa dell’importo complessivo dei fondi strutturali. Nessun paese vuole sacrificare gli interventi di sviluppo in casa propria per agevolare l’incognita turca.

Quali vantaggi riceveranno i paesi dell’Unione dall’ingresso della Turchia nell’UE?

Non saranno pochi.

- La Turchia potrà garantire significativi approvigionamenti energetici ai paesi UE ( vedi progetto Gap ed oleodotti in transizione sul territorio turco).

- Un grande e popoloso paese si aprirà alle esportazioni e agli investimenti Ue, garantendo un incremento delle esportazioni a tutti i paesi dell’Unione.

- Lo sviluppo sociale ed economico del paese sarà un freno all’emoragia di popolazione.

Infatti, grazie alla crescita dell’economia, inizieranno a scendere i temuti tassi di natalità ed al contempo si ridurrà il divario tra reddito turco e reddito europeo, esaurendo i flussi migratori.

Cosa dire a proposito dell’integralismo religioso?

I fatti recenti evidenziano come questo si manifesta nei paesi dove sono presenti forti squilibri economici e sociali.

Una Turchia ricca e democratica non avrà ragione di destabilizzare la compagine dellUnione.

Ultimi interventi

Vedi tutti