Questo sito contribuisce alla audience di

Le piramidi di terra

Cosa s'intende per piramidi di terra.

Le piramidi di terra sono delle più caratteristiche forme dovute all’erosione esercitata dalle precipitazioni atmosferiche.
Esse si formano su terreni in pendenza costituiti da materiali friabili nei quali siano però presenti blocchi di pietra più resistente, che proteggono dall’erosione tutto il materiale sottostante.
Le piramidi di terra altro non sono che cuspidi alte anche parecchi metri che vanno assottigliandosi verso la sommità, la quale è sovrastata dal cosiddetto cappello, cioè il masso che ha evitato che tutto il terreno ad esso sottostante venisse eroso.
Le piramidi di terra sono comuni specialmente dove siano presenti residui di antiche morene: qui, infatti, si sono ammassati quei materiali che occorrono per la formazione di tali costruzioni. Si tratta di un miscuglio tra terricci, fanghiglie e limo glaciale, cioè materiale molto friabile e quei massi erratici che costituiranno il cappello della futura piramide.
In taluni casi, tuttavia assai più raramente, le piramidi di terra possono formarsi anche dove si sono ammucchiati i detriti di una frana, poiché anche in casi del genere esistono buone probabilità di trovare tanto terreni friabili quanto grossi massi isolasti.
Si tratta comunque di casi eccezionali in quanto in tali zone è difficile trovare parti minute di terriccio, che vengono asportate dall’erosione.
In Italia, esempi tipici di formazione di questo genere, si possono trovare in Alto Adige sull’altopiano del Reno, presso Bolzano, in Lombardia sulla sponda orientale del lago d’Iseo presso Cisiano, in Piemonte, a Villar San Costanzo presso Cuneo.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati