Questo sito contribuisce alla audience di

L’era arcaica

La storia della Terra è stata suddivisa in cinque periodi detti ere.

Essi sono: l’era arcaica o Archeozoica, l’era primaria o Paleozoica, l’era secondaria o Mesozoica, l’era terziaria o Cenozoica, l’era quaternaria o Neozoica.
A loro volta le ere sono suddivise in fasi più brevi dette periodi e sottoperiodi.
Questa seconda ripartizione si rese indispensabile per rendere possibili precisazioni altrimenti irrealizzabili visto che in Geologia il tempo si misura in milioni di anni per volta.
L’era arcaica da sole è infatti durata più a lungo di tutte le altre che hanno seguito messe insieme.
Com’era la terra nel corso dell’Archeozoico? La superficie terrestre era un’unica immensa distesa di magna incandescente, tormentata da continui sconvolgimenti che portarono, con il raffreddamento, alla formazione di quelle che oggi sono le montagne più antiche del pianeta, che allora dovettero raggiungere grandi altezze e che l’instancabile lavorio dell’erosione ha poi molto ridotto.
Montagne di questo tipo sono visibili nell’America settentrionale, in Finlandia, nel Sudafrica, in India ed in Australia.
Nonostante queste difficilissime condizioni ambientali è certo che nel corso dell’era arcaica sulla Terra ci fu già la vita.
Per essere precisi, essa fu nel mare, perché è proprio nel mare e non sulla terraferma, che si originarono quei primissimi esseri dai quali discesero tutti gli organismi viventi sviluppati in seguito.
L’archeozoico terminò solo 500 milioni di anni fa .

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati