Questo sito contribuisce alla audience di

Troppo acidi gli oceani nel XXI secolo

In superficie si è registrata una variazione del pH medio di circa 0,1 unità dall’era preindustriale. E le previsioni non sono confortanti: si prevede un’ulteriore diminuzione di 0,35 unità nel corso del secolo

Oltre al riscaldamento globale, le emissioni di biossido di carbonio stanno contribuendo anche all’acidificazione degli oceani e ci si aspetta che tale processo possa avere notevoli conseguenze negative per una serie di organismi marini.

È questo il tema di un articolo apparso sulla rivista “Science” e firmato da Ken Caldeira del Department of Global Ecology della Carnegie Institution, in collaborazione con Richard Zeebe dell’Università delle Hawaii che sottolineano come gli oceani abbiamo assorbito circa il 40 per cento del biossido di carbonio (CO2) emesso dalle attività umane negli ultimi due secoli.

Ciò ha rallentato il riscaldamento globale, ma ha una conseguenza importante: il biossido di carbonio in eccesso ha causato una variazione del pH medio della superficie di circa 0,1 unità dall’era preindustriale. E le previsioni non sono confortanti, dal momento che si prevede un’ulteriore diminuzione di 0,35 unità nel corso del XXI secolo.

Tale acidificazione può danneggiare gli organismi marini: gli esperimenti hanno mostrato che variazioni di 0,2-0,3 unità possono influire sulla capacità di organismi chiave come i coralli e alcune specie di plancton di costruire il proprio scheletro, costituito per la maggior parte dei casi da minerali di carbonato di calcio sensibili al pH.

“A differenza delle previsioni sul cambiamento climatico globale, queste proiezioni sulla futura chimica globale degli oceani sono indipendenti dal modello su una scala temporale di alcuni secoli”, scrivono gli autori. “Proprio perché la chimica del CO2 delle acque oceaniche è ben nota e le variazioni nella chimica dei carbonati nella superficie degli oceani riproduce le variaizoni delle atmosferiche di CO2.”

 

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati