Questo sito contribuisce alla audience di

Anche l'Antartide si riscalda

Una tecnica statistica che integra dati ottenuti satellitari e dalle stazioni meteorologiche a terra ha fornito nuove stime dei trend di variazione della temperatura

I climatologi hanno creduto per lungo tempo che sebbene il resto del pianeta stesse diventando sempre più caldo un’ampia porzione dell’Antartide, quella nella parte orientale, fosse in realtà in una fase opposta, ovvero di raffreddamento.
Ma una nuova ricerca mostra ora che per almeno 50 anni la maggior parte del continente antartico si è riscaldata con un tasso almeno paragonabile a quello del resto del mondo.
“In effetti il riscaldamento della parte occidentale è maggiore del raffreddamento della parte orientale, con il risultato che complessivamente il continente si è riscaldato”, ha commentato Eric Steig, docente di scienze terrestri e spaziali e direttore del Quaternary Research Center della Universty of Washington.
I ricercatori hanno utilizzato una tecnica statistica che sfrutta dati ottenuti via satellite e dalle stazioni meteorologiche a terra per ottenere nuove stime dei trend di variazione della temperatura.
“L’Antartide occidentale è molto differente dalla parte orientale, e c’è una barriera fisica, le Montagne Transartartiche, che separa le due zone”, ha continuato Steig, primo autore dell’articolo, pubblicato sull’ultimo numero della rivista “Nature”.
Steig e colleghi infatti hanno notato come l’Antartide occidentale, con un’altitudine media di 1900 metri sul livello del mare, sia sostanzialmente più bassa della parte orientale, che arriva a circa 2800 metri. Sebbene l’intero continente sia sostanzialmente deserto, l’Antartide occidentale è soggetta a temperature relativamente calde e umide ed è sede di più intense precipitazioni nevose.
FONTE:REPUBBLICA

Ultimi interventi

Vedi tutti