I Terremoti

Il TERREMOTO (o sisma) è una improvvisa scossa del terreno.

Il TERREMOTO (o sisma) è una improvvisa scossa del terreno. Il terremoto è una liberazione di energia che si diffonde in tutte le direzioni e parte dall’ IPOCENTRO ( cioè dal punto all’interno della terra dove nasce il terremoto). Il punto sulla superficie da cui parte il terremoto viene invece chiamato EPICENTRO. Il terremoto avviene, di solito, lungo una linea chiamata FAGLIA: la faglia è una profondissima frattura del terreno ed è la linea lungo cui avviene il terremoto. I territori con delle faglie sono quelli più colpiti dai terremoti.
Il terremoto si diffonde attraverso delle onde, dette ONDE SISMICHE. Queste onde vengono registrate da macchinari chiamati SISMOGRAFI. I sismografi indicano il punto di partenza del terremoto, la sua profondità e la sua forza.
Per misurare i terremoti gli studiosi usano la SCALA MERCALLI ( inventata da Giuseppe Mercalli) e la SCALA RICHTER ( inventata da Charles Richter).
Gli studiosi usano la Scala Mercalli per calcolare l’intensità del terremoto ( la sua forza ) e i danni che ha provocato: al terremoto viene dato un valore da 1 a 10 a seconda dei danni che ha provocato, se ha distrutto tutto ha valore 10, se invece nessuno ha sentito la scossa, ma è stata percepita solo dal sismografo, ha valore 1.
La Scala Richter misura invece le onde tracciate dal sismogramma e ha come unità di misura la MAGNITUDO ( = grandezza)

Scheda di Approfondimento: LE ONDE SISMICHE

Le onde sismiche che partono dall’ipocentro possono essere di diverso tipo:
ONDE DI VOLUME (che interessano la terra)
ONDE DI SUPERFICIE (che interessano solo la superficie terrestre).

Le onde di volume sono divise in:
ONDE P ( primarie o longitudinali)
ONDE S ( secondarie o trasversali).

Le onde P sono le onde più veloci e viaggiano all’interno della terra. Le onde S sono più lente e fanno muovere il terreno in alto e in basso.

Quando le onde, che vengono dall’interno della terra, arrivano in superficie, queste si allontanano dall’epicentro come dei cerchi ( come i cerchi provocati sull’acqua dal lancio di un sassolino ). Queste onde sono molto lente, ma non perdono con facilità la loro forza, sono queste onde infatti che provocano i danni più grandi sulla superficie.
Anche le onde superficiali sono divise in:
ONDE RAYLEIGH (dette anche scosse sussultorie = che fanno muovere il terreno in su e in giù)
ONDE LOVE (dette anche scosse ondulatorie = che fanno muovere il terreno in modo trasversale rispetto alla direzione che seguono).

FONTE: GEOLOGIA

Save n'Keep

Bookmark condivisi e privati.

Con Save n' Keep ora è possibile!

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti