Questo sito contribuisce alla audience di

Dalle trincee al manicomio

Esperienza bellica e destino di matti e psichiatri nella Grande guerra

 

a cura di Andrea Scartabellati

Per quanto risulti sorprendente, ancora numerose pagine del primo conflitto mondiale aspettano di essere scritte o approfondite. Tra queste sicuramente quelle relative al caso dei folli di guerra, oltre 20 mila individui secondo le statistiche governative più prudenti.

Pur in un profluvio di saggistica dedicata ai disparati temi e aspetti della Grande guerra, questi uomini hanno riscosso in Italia l’interesse di pochi studiosi e suscitato la produzione di un numero limitato di articoli e libri.

I saggi del volume intendono portare al centro dell’attenzione del lettore la vita, le sofferenze e l’esperienza bellica di chi pagò un prezzo altissimo al conflitto dei materiali e alle leggi della violenza di massa. La ricerca utilizza principalmente la documentazione inedita conservata negli archivi manicomiali di Treviso, Verona, Cremona, Reggio Emilia e Como, e si misura col proposito di porre il folle di guerra al centro di una ragnatela di relazioni che vede gli psichiatri, civili e militari, ed i familiari dei degenti in prima fila come attori e vittime di un dramma collettivo.

An essay about more than 20 thousand soldiers who became mad during WWI. A book about the Great War and the tragedy of people and families. With original documentation, photos and new perspective about forgotten victims.

ISBN 9788875471354
pagine 460
euro 24,00

Disponibile da settembre 2008

Link correlati