Questo sito contribuisce alla audience di

Sempre più in punta di coltello per Lama e Trama

Giunto alla sesta edizione il premio Lama e Trama è ormai diventato uno dei veri punti di riferimento per la narrativa giallo noir italiana, ultimamente peraltro sempre più dinamica e fiorente, e come sempre rappresenta una specie di indicatore sismico capace di rispecchiare gusti e tendenze di un settore niente affatto in crisi e sempre più seguito.

La letteratura di genere piace al pubblico ma non solo, è diventata un banco di prova vero e proprio capace di attirare, come per tutte le sfide difficili, un numero sempre più alto di autori sempre più validi, sempre più costanti, sempre più professionali. Molti dei quali rivedremo presto, e con piacere, sugli scaffali delle librerie.

Ecco i nomi dei vincitori dell’edizione 2008 LAMA E TRAMA

GRAN PREMIO LAMA e TRAMA ALLA CARRIERA - Sergio “Alan D.” Altieri - per avere sferzato la narrativa italiana di genere con fantasia trascinante e tecnica ineccepibile

PREMIO LAMA e TRAMA PER IL RADIODRAMMA 1a edizione - Primo classificato - Autoradio ascoltatore - Francesca Sangalli (Milano)

Francesca Sangalli nasce nel 1980 a Milano. È drammaturga e attrice, diplomata nel 2004 presso la Civica Accademia d’Arte drammatica Nico Pepe di Udine. È stata selezionata tra i sei “nuovi drammaturghi” nazionali per il progetto Cariplo di Brescia. È tra gli autori del soggetto e trattamento per la fiction Magic Bus finalista per la produzione MTV Italia. Tra i suoi testi: Buon compleanno, Arabella!, scritto con Roberto Traverso e classificato Secondo al premio Nazionale Artevox per il trentennale della morte di Aldo Moro; A come Arianna; Jazz Pub Chat Line, Finalista del premio europeo Enrico Maria Salerno 2007; Macchia nera, vincitore del Premio Nazionale Giovani Realtà.

Secondo classificato - Prime lame - Stefano Masoni (Livorno)

Stefano Masoni è nato a Livorno, dove tuttora vive, nel 1958. Nel poco tempo libero che gli lasciano la famiglia ed il lavoro di ginecologo ospedaliero ama scrivere. La partecipazione ad un laboratorio di scrittura lo ha portato ad incrementare, raffinare e pubblicizzare la produzione letteraria. Ha pubblicato i racconti Il canto delle sirene su Crepa! Livorno in 16 noir (Edizioni Erasmo, 2008) e Scherza coi fanti su Delitti a regola d’arte (Del Bucchia Editore, 2008). Sempre nel 2008 è stato tra i vincitori del “Perfect day” della Scuola Holden di Torino ed ha ottenuto il terzo posto al Premio di Poesia “La Meloria”. E’ alla prima esperienza di scrittura di radiodramma.

PREMIO LAMA e TRAMA PER TESI DI LAUREA O DOTTORATO - 1a edizione - I lettori hanno bisogno di sale, di droghe, di eccitanti
Nero, fantastico e bizzarrie varie nella “Domenica del Corriere” (1899-1909) - Fabrizio Forni (Siena)

Fabrizio Forni, classe 1980, si è laureato nel 2004 a Pisa in Letteratura Italiana, e nel 2008 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Italianistica presso l’Università di Trieste. Attualmente collabora in Belgio con l’Université de Liège (ULg), con una borsa di post-dottorato e come titolare dell’insegnamento di “Questions de littérature italienne moderne” . Tra i suoi contributi: la monografia Alla fiera dei mostri. Racconti pulp, orrori e arcane fantasticherie nelle riviste italiane 1899-1932 (Latina, Tunué, 2007), finalista al Premio Italia 2008 nella sezione “Saggio in volume” e, di prossima uscita, le antologie Ottocento nero italiano. Narrativa fantastica e crudele (Torino, Aragno, curata assieme a Claudio Gallo) e Il gran ballo dei tavolini. Sette racconti fantastici da «La Domenica del Corriere» (Cuneo, Nerosubianco).

PREMIO LAMA e TRAMA PER IL RACCONTO - 6a edizione - Vincitore - L’arte di educare - Angelo Paloschi (Mestre)

Angelo Francesco Paloschi è nato a Melzo (Milano) nel 1966. Vive a Mestre e insegna scienze naturali nelle scuole superiori. Ha collaborato con il quotidiano “La nuova Venezia” come corrispondente prima da Caorle e poi da Noale. Lasciato il giornalismo, si è dedicato alla narrativa pubblicando una trentina di racconti in riviste letterarie, siti internet e piccole antologie legate a premi letterari nazionali.

Secondi ex aequo - (autori in ordine alfabetico) - Mannaia e u Giganti - Vincenzo Gallico (Roma)

Vincenzo Gallico (Melito Porto Salvo, 1976) cresce a Reggio Calabria, si laurea a Roma in Lettere e dal 2000 al 2007 vive in Germania, dove lavora (in successione) in un pub, in un cinema, in alcune scuole di lingua e presso le università di Gottinga e Brema. Dal 2007 torna a vivere in Italia, di nuovo Roma. Qui collabora con alcune case editrici come traduttore, editor e consulente esterno. Attualmente dirige la libreria Rinascita a Garbatella. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati in antologie. Un suo racconto - Davanti al Golden Paul - si è classificato secondo ex aequo in occasione della prima edizione di Lama e Trama 2003.

Io sono nessuno - Renzo Saffi (Riva del Garda)

Renzo Saffi, laureato al Dams, indirizzo cinema, vive a Riva del Garda (Trento). Ha pubblicato i racconti Nuvole come gatti bianchi in Gatti dal buio (Magnetica, 2007) e Le favole che non ti ho detto mai nell’antologia Tutto il nero dell’Italia (Noubs, 2007). L’ultima mossa nell’antologia GialloScacchi (Ediscere 2008), Figli di nessuno in Crimini di regime (Laurum editore, 2008). Il suo romanzo Bambole perdute è pubblicato da Dario Flaccovio Editore.

PREMIO LAMA, FORCHETTA e TRAMA - 3a edizione - con il patrocinio di Slow Food - L’ultimo giorno - Andrea Manca (Cagliari)

Andrea Manca nasce a Cagliari, dove tuttora vive, il 25 febbraio 1966. Amante del mare, delle avventure, della ricerca genealogica, dei libri e del rugby, nonché ottima forchetta, insegna Economia e svolge la libera professione di commercialista. Dopo molteplici e incoerenti letture - dalle Confessioni di Sant’Agostino all’autobiografia di Ilona Staller - decide a un tratto di passare dall’altro lato della barricata, scrivendo un romanzo – Grand Hotel Chacarita – edito da Boopen nel 2008 e vari racconti, con i quali partecipa a raccolte e concorsi letterari, riportando qualche lusinghiero risultato.

RACCONTI SELEZIONATI PER LA PUBBLICAZIONE NELL’ANTOLOGIA LAMA E TRAMA 6- (autori in ordine alfabetico)

Import Export di Davide Bacchilega - La ballerina di Michela Benedetti - Tredici luglio di Luciano Bertoletti - Il tagliacarte di Roberta Borsani - La madre ideale di Ilaria Ciavattini - La forgiatura di Claudio Foti - Via de’ Giudei n.6 di Antonio Papa - Tocco al cuore di Carmelo Pecora - Quando Janis tornò alla scuderia di Silvia Tebaldi - Chi pecora si fa di Maria Trevisan