Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Il delitto Marta Russo

    Il 9 maggio del 1997, alle ore 11:35, un proiettile colpì Marta Russo in un vialetto dell’Università “La sapienza” di Roma. La ragazza, ventiduenne studentessa di giurisprudenza, morirà il 14 maggio, dopo interminabili ore di agonia, quando i suoi genitori autorizzarono l’espianto degli organi. Articolo di Roberto Ottonelli.

  • Cogne: Delitto o Incidente?

    Torna ancora il caso Cogne che comincia a passare dall'Attualità alla Storia per il numero intricato di perizie e controperizie che ormai ne hanno definitivamente annebbiato i contorni. Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'intervento del Dottor Sauro Claudio, medico di Medicina Generale da oltre 30 anni che ringraziamo per il suo intervento. Siamo aperti a tutti i tipi di contributo, chi volesse può scrivere alla Guida Giallo Noir e proseguire il dibattito.

  • CORSO SEMESTRALE DI “PSICOLOGIA INVESTIGATIVA E CRIMINOLOGIA”

    Settima edizione anno 2006 – 2007

  • I Corsi di Criminologia del Cepic

    I corsi si rivolgono a figure professionali diverse, in un’ottica interdisciplinare che mira a fornire una panoramica più ampia e dettagliata del crimine e l’uso cosciente degli strumenti di intervento sul disagio, non come fenomeno a se stante ma come evento inserito all’interno di una realtà sociale, relazionale, giuridica…

  • Le Opinioni dei Lettori sul Caso Cogne

    Riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento sui recenti articoli pubblicati nella Guida sul Caso Cogne.

  • Ancora alla ribalta il caso Franzoni

    Senza pubblico e con meno giornalisti del solito il processo d'appello per il delitto di Cogne è ripreso oggi, a Torino, dopo la lunga pausa estiva. La tredicesima udienza si è snodata fra le ormai classiche diatribe procedurali e gli ormai classici scontri fra l'avvocato Carlo Taormina e il pg Vittorio Corsi.

  • Ancora una prova nel caso Franzoni

    Una nuova prova scagionerebbe Annamaria Franzoni dall'accusa di omicidio del figlio Samuele. E' quanto si legge sull'ultimo numero del settimanale Gente.

  • Trovato finalmente Unabomber?

    Per gli investigatori «ci sarebbero elementi che collegherebbero l'ingegnere Elvo Zornitta a tutti e trentaquattro gli ordigni riconducibili a Unabomber». La notizia è stata anticipata ieri dal Gazzettino, spiegando che al professionista di Azzano Decimo (in provincia di Pordenone), che si continua a professare innocente, gli inquirenti avrebbero contestato «l'ipotesi di fabbricazione di ordigni esplosivi a fini terroristici».

  • Una Bomber Innocente o Colpevole?

    Saranno noti solo il 18 Dicembre i risultati conclusivi in grado di dirci se veramente Una Bomber è stato trovato oppure no, intanto comincia l'udienza.

  • Da Mentesociale una brillante analisi sui Delitti Passionali

    I delitti passionali corrispondono oggi al numero maggiore dei crimini omicidiari commessi in Italia; diverse ricerche hanno tentato di analizzare e conseguentemente comprendere il movente di quest’azione omicidiaria e la personalità dell’autore di reato.