Questo sito contribuisce alla audience di

GIORNALISMO: Codice di Autoregolamentazione in Abruzzo

Martedì 13 maggio 2008, durante una riunione svoltasi presso il museo d'arte moderna “Vittoria Colonna” di Pescara tra rappresentanti regionali e nazionali del mondo dell’informazione, un gruppo di giornalisti abruzzesi ha presentato un “Codice di Autoregolamentazione” (imperniato su tariffe minime da applicare ai committenti nell’esercizio della loro professione, siano essi enti pubblici o aziende private) da loro sottoscritto al fine di realizzare un punto di partenza insostituibile dal quale ricostruire un rapporto sano e onesto all’interno della categoria.

Martedì 13 maggio 2008, durante una riunione svoltasi presso il museo d’arte moderna “Vittoria Colonna” di Pescara tra rappresentanti regionali e nazionali del mondo dell’informazione, un gruppo di giornalisti abruzzesi ha presentato un “Codice di Autoregolamentazione” (imperniato su tariffe minime da applicare ai committenti nell’esercizio della loro professione, siano essi enti pubblici o aziende private) da loro sottoscritto al fine di realizzare un punto di partenza insostituibile dal quale ricostruire un rapporto sano e onesto all’interno della categoria.

Gli intenti che hanno spinto tale iniziativa sono stati illustrati in un intervento del giornalista Antonello Antonelli, rappresentante della società Comunica (www.co-munica.it) che è tra i promotori della stessa.

All’incontro erano, tra gli altri relatori, presenti:

- Andrea Leone, Presidente della CASAGIT - Cassa autonoma di assistenza integrativa dei giornalisti italiani

- Giovanni Rossi, Segretario generale aggiunto (Professionali) della Federazione Nazionale della Stampa Italiana

- Pasquale Barranca, Consigliere dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti - Pubblicisti

- Stefano Pallotta, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo

- Lodovico Petrarca, Segretario dell’Assostampa Abruzzo

Per consultare la documentazione, cliccare qui.

Ultimi interventi

Vedi tutti