Questo sito contribuisce alla audience di

3.1. Compressione del video con Flask MPEG/Estrazione Flusso AC3

Il terzo passo è quello più importante: la compressione video con il programma Flask MPEG.

Per caricare in
Flask MPEG i file vob che avete estratto dovete eseguire alcune semplici
operazioni :

1. Aprite Flask
MPEG

2. Nel menù File
cliccate “Open DVD File

3. Andate nella
cartella video_ts dove avete messo i vob estratti con Smart Ripper, quindi aprite il
file .ifo (vts_01_0.ifo)

Nell’ultima versione di Flask, la 0.60, è
necessario installare una patch
che consenta l’aperture del file .ifo e la concatenazione dei vob.

A
questo punto Flask mostrerà la seguente finestra

:
Come potete vedere, il programma mostra tutti i flussi
presenti nei file vob : Video, Audio, Sottotitoli.

Dobbiamo semplicemente evidenziare il linguaggio dell’audio che ci
interessa ed eventualmente la lingua in cui vogliamo siano mostrati i sottotitoli.
Se i sottotitoli non ci interessano, basterà lasciare deselezionate le
voci che li riguardano. E’ da tener ben presente il fatto che i sottotitoli, una volta
aggiunti al filmato, non potranno essere più disattivati, come invece è
possibile fare nel DVD originale, poichè divengono parte integrata del
flusso video.
Una volta effettuate le nostre scelte  clicchiamo “Flask
this DVD!

Adesso procedete
come segue :

 
Come mostrato nella figura,
la prima cosa che dovete fare è selezionare nel menù “Opzioni/Seleziona
il formato in uscita” la voce “AVI Output

 
 Sempre nel menù
Opzioni, selezionate la voce “Opzioni Globali Progetto


 Nella sezione
Video impostate i parametri come li vedete in figura.

La risoluzione 640×480 (salvo poi
ritaglio) va bene
quasi sempre per ogni film, tuttavia, se il film ha un datarate alto ed
alla fine eccede troppo nelle dimensioni,
potrebbe essere necessario impostare una risoluzione + bassa, del tipo 576×432
(consiglio comunque di utilizzare sempre risoluzioni in 4/3 come
576×432, 704×576 ecc.)
I fotogrammi per secondo (fps) vanno impostati
sul numero 25 (PAL).
Sulle “Opzioni iDCT”, impostate la prima
casella (MMX iDCT).
Lasciate tutto il resto invariato.


 Nella sezione “Audio” segnate la
casella “Copia direttamente il flusso“: il programma
copierà in una cartella (scelta da noi nella successiva sezione
“Files”) il flusso audio AC3, che sarà in seguito riassemblato
con il flusso video mediante Virtual dub.


 Nella sezione
Post Trattamento” impostate nel box a sinistra la casella
Filtraggio bicubico HQ (Più lento, qualità alta)”.

Nel box a destra selezionate in basso la
casella “Mantieni rapporto altezza/larghezza” (keep
aspect ratio).

In alto invece trovate le opzioni di ritaglio
e riquadratura dell’ immagine, la cui utilità è quella di
eliminare le bande nere presenti sopra e sotto l’immagine nel formato 16/9
(la cosa consente di risparmiare spazio prezioso)..


Nella
sezione “Files” dovete impostare il percorso e nome dei file
video e audio che
otterrete alla fine del processo (non è necessario aggiungere
l’estensione).

Infine, per sicurezza,
segnate la casella “Avvisa prima di sovrascrivere un file”.

Nella
sezione “Generali” selezionate la casella “Compila l’intero file” e (se volete) anche quella “Spegni il computer a
lavoro finito”.

Bene, una volta che
avete impostato tutti i parametri menzionati, e dopo aver eventualmente
anche ritagliato l’immagine, potete digitare il pulsante OK e passare alla SECONDA
PARTE
(impostazione del codec DivX come compressore)

Ultimi interventi

Vedi tutti