Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Aumentare le prestazioni del PC

Domanda

Esistono software ( Tweak-me, Accelerate2000, etc.), che danno la possibilità di aumentare le prestazioni del PC. Funzionano davvero? Come agiscono? Ne conoscete qualcuno veramente soddisfacente?

Risposta

Andrei molto cauto con questo tipo di software. Possono cercare di raggiungere il loro scopo in tre modi: o intervenendo sulla memoria (per esempio con un effetto di compressione, o creando una cache dei dati più usati) o intervenendo sul registro di Windows, o entrambi. Comunque si tratta di tecniche non ortodosse, certo non certificate da Microsoft.

A parte che il vantaggio, in un’epoca di processori a 500 MHz ed oltre e di RAM a 128Mb, è trascurabile, c’è anche il serio pericolo che entrino in conflitto con chissà cos’altro di altrettanto poco ortodosso (es. la gestione interrupt) che spesso i programmi come i giochi mettono già loro in opera per spremere velocità e quindi prestazioni più allettanti per gli acquirenti.

Non è quindi consigliabile usare acceleratori, soprattutto se si usano programmi che avrebbero bisogno di acceleratori. Certo per lavorare con Word non servono. Forse con Photoshop si, ma se si crea qualche problema in memoria durante l’applicazione di un filtro, sono guai.

Alcuni li ho sperimentati personalmente, e li ho tutti rimossi dopo aver riscontrato che procuravano più rogne che vantaggi, oppure che erano praticamente inutili.

L’unica velocità che puoi guadagnare è quella che ottieni con l’overclock, con l’aumento della RAM o con una nuova scheda grafica.

Uno solo di questi programmini risiede ancora sul mio PC: si tratta di MemTurbo 2.0. E’ un software che va nella system tray e che provvede a compattare la memoria libera ogni volta che questa scende sotto il livello di guardia. Lo stesso lavoro la fanno anche WinRAM-Booster Professional 2001 e MemWasher. Li puoi trovare su Zdnet alla url: http://www.zdnet.com/downloads/utilities/hardware_utilities.html.

Questo tipo di programmi non interferisce con il normale uso della memoria o della cache, né modifica il registro di Windows; si limita a rendere contingue le locazioni di memoria usate e quindi a liberare il resto della memoria.

Windows, infatti, può usare solamente la memoria libera contigua: se fate partire Word, quindi Excel e poi chiudere Word, lo spazio in memoria che era occupato da Word si scarica, ma non è possibile utilizzarlo perché fra questo spazio ed il resto dello spazio libero ci sono le locazioni occupate da Excel.

Incredibile ma vero, Microsoft non ha mai provveduto a rimediare a questa pecca madornale! Il software tipo MemTurbo prende le locazioni di Excel e le sposta all’inizio della memoria, rendendo sequenziale il resto dello spazio e quindi rendendolo utilizzabile.

Comunque, nel lavoro di tutti i giorni, se avete intenzione di usare Excel tutto il giorno e Word solamente per un po’, conviene prima far partire Excel, e quindi Word.

Oltre che velocizzare il PC, in modo però relativo, il grosso risultato di installare programmi come MemTurbo è quello di evitare (o almeno rendere molto più sporadici) gli arresti del sistema, quegli errori "irrecuperabili" mostrati dal malfamato schermo blu. Spesso, infatti, questi avvengono quando la memoria fisica è esaurita ed il software deve fare le acrobazie fra memoria e disk cache (file di swap).

emi*** - 22 anni fa
Registrati per commentare