Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Client/Server e swapping

Domanda

I miei dubbi riguardano l'operazione di swap ed il binomio client/server. Puoi spiegarmi cosa indicano? Grazie

Risposta

Client/Server è un'architettura di rete composta da molti computer client (utilizzatori di servizi) e da alcuni server (che dispensano i servizi, come archiviazione, stampa, posta elettronica...) collegati fra di loro tramite hub, switch e/o router.

I dati, ed eventuali software per la loro consultazione, risiedono sul server. Il client (un PC) consulta, usa, elabora i dati contenuti nel server, tramite lo stesso software del server, o tramite un altro software (chiamato anch'esso "Client") che coopera con il software del server.

E' tipico l'uso dell'architettura client/server nella gestione dei database aziendali, o della contabilità, situazione nei quali i dati riguardano un'intera azienda, o comunque un gruppo di persone. Questa architettura consente a ciascun impiegato del gruppo di accedere e modificare i dati del database, mentre altri impiegati consultano o lavorano sul database. Ed a ciascuno di vedere immediatamente le modifiche ai dati, od i dati appena inseriti.

Contemporaneamente, il fatto di avere un software client sul proprio PC evita di appesantire il server e la rete, permettendo anche una personalizzazione delle funzionalità e degli accessi ai dati.

Insomma i dati risiedono sul server, ma le elaborazioni avvengono sul PC client. Sulla rete passano solamente i dati, in scritura o lettura, e non le loro elaborazioni.

Lo swap, anzi, lo "swapping" è l'alternarsi di scrittura e lettura di segmenti di dati o di programmi in un'area di memoria od in un file sequenziale in un disco.

Le "swap file", ad esempio, è il file che Windows usa per lo swapping. Se Windows deve elaborare in memoria molti più dati o programmi di quanti ne possa contenere, registra temporaneamente sul file una "fotografia" di quelle parti di memoria che contengono dati o programmi attualmente non in uso. Per dedicare tutta la memoria ai dati o al programma in uso.

Se dovessero venire richiamati i dati od un programma contenuto nella parte di memoria registrata sullo swap file, Windows prima registra la memoria attuale sullo swap file e poi la sostituisce con quelli parti di swap file con i dati od il programma richiesto.

Insomma un via vai continuo di parti di memoria, dalla memoria di sistema allo swap file, a seconda del nostro lavoro.

Grazie allo swapping è possibile lanciare più programmi contemporaneamente anche se la somma della memoria richiesta dai singoli programmi supera la memoria di sistema totale che abbiamo installato.

sal*** - 21 anni e 8 mesi fa
Registrati per commentare