Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Che significa scrivere in stampatello?

    Scrivere in stampatello denuncia perfezionismo ma anche timidezza ed inibizione...

  • Scrivere piccolo

    Che significa scrivere piccolo? Sia nel caso di un bambino che di un adulto...

  • Unire nome e cognome

    Che significa unire nome e cognome?

  • Perchè mio figlio usa colori scuri?

    Il colore nero, simbolo di forza ed identità, può significare aspirazione ad emulare la figura paterna, percepita come modello e concorrente nell'amore verso la madre. Mentre il marrone rimanda a sentimenti d'inadeguatezza e senso della realtà intesa come limite.

  • Un libro di grafologia per tutti.

    Buongiorno Sono interessato ad acquistare urgentemente qualche libro di grafologia 1 un testo semplicissimo adatto anche ai bambini per un primo apprendimento 2 un testo più concreto per studenti delle medie superiori 3 un manuale completo (stile Moretti per intenderci..) In attesa di un vostro gradito riscontro saluto cordialmente...

  • Grafia poliforme.

    Salve prof,sono una ragazza di 23 anni,prossima alla laurea.Le scrivo perché vorrei sapere cosa ne pensa di ciò che sto per dirle: ho sempre scritto in modi diversi e quindi non ho mai avuto una grafia stabile e riconoscibile dagli altri come 'mia'.So imitare la grafia altrui,spesso anche in modo non intenzionale;so cambiare repentinamente la grafia che sto usando con un'altra che mi viene in mente;provo piacere nello scrivere in un certo modo piuttosto che in un altro,a seconda dell'umore;so scrivere speculare;spesso i miei quaderni sembrano scritti a più mani,insomma,non ho un modo preciso di scrivere.Da cosa pensa che dipenda,anche approssimativamente,questa cosa?Può dipendere dal fatto che siccome da bambina scrivevo in modo disordinatissimo,allora -dopo vari ammonimenti- abbia cercato di migliorare,modificare la mia grafia e che quindi ora sappia scrivere in molti modi e non ho sviluppato un modo mio personale?Premetto che non ho raggiunto nessun ordine,ed ora come ora aspiro ad averlo qualche volta si e qualche volta no,a seconda di come scrivo.Ma tutti questi modi,che sono diventati un po' la mia arte,posso considerarli 'miei modi',oppure è necessario che la grafia sia una sola [e secondo quale principio?]? Grazie.

  • Scrivo quasi sempre in stampatello.

    Salve! Sono ..., in questi giorni mi sono avvicina per curiosità al mondo della grafologia, che sto trovando estremamente interessante. Vorrei porle una domanda. Io quando devo scrivere utilizzo lo stampatello minuscolo (credo venga definito così, per intenderci quello utilizzato dai font del Pc) mentre il corsivo mi risulta un po’ macchinoso visto che è dalla 1°-2° media (ora sono all’università) che non lo utilizzo quotidianamente se non per la firma, cosa mi consiglia per fare la prova grafologica? Credo sia importante sottolineare che le due scritture sono nettamente differenti tra loro, la prima (stampatello) è piuttosto arrotondata e regolare mentre la seconda (corsivo) è molto più spigolosa rispetto all’altra anche se in entrambe gli allunghi superiori e gli spazi tra parole sono piuttosto simili. Vorrei approfittare per elencargli i tre libri che ho comprato per avvicinarmi alla materia, giusto per capire se ho fatto dei buoni acquisti o se è meglio integrarli Carlo Chinaglia –Grafologia Metodi e applicazioni per capire se stessi e il prossimo Carlo Chinaglia e Davia Allesandro – Grafologia De Vecchi Laura e Perrotti Rosalba – Grafologia applicata Grazie mille per la cortese attenzione...

  • Che significa scrivere in stampatello?

    Volevo chiederle un'altra curiosità, se non la disturbo; la mia calligrafia normale imita lo stampatello dei "libri", significa qualcosa? grazie per la disponibilità.

  • Scrittura con ghirigori.

    Gentile signor Luciano, io mi chiamo ...., ho 14 anni, e sono di Reggio Emilia: nonostante la mia giovane età, scrivo solo ed esclusivamente in corsivo, con una scrittura molto elegante, ricca di ghirigori (quando faccio le maiuscole, le "t", le "k" e le "d"), quasi arcaica...stravagante, in parole povere. Cosa vorrà dire? In attesa di una sua risposta...

  • Le gabbie dell'Io.

    Mi sono resa conto che,quando scrivo,le lettere devono toccare assolutamente la riga su cui scrivo;se anche sono rialzate di un millimetro,cancello tutto e scrivo di nuovo.evito,poi,sempre le maiuscole;sono lettere scomode e mi riesce difficile scriverle.infine tutte le lettere devono essere molto chiare e leggibili,in particolare le A e le O che,se scrivo in corsivo,devono essere perfettamente rotonde e chiuse.spero di essermi spiegata decentemente...grazie ancora.

Le categorie della guida