Questo sito contribuisce alla audience di

La valle fiorita ( © Copyright - Verdone)

Chi vuole visitarla? Un paesaggio primaverile, tutta armonia, senza ombre, senza minacce. Una dimensione primordiale di fiducia, un Eden dove rifocalizzare il positivo che è in noi e l'accettazione della vita e degli altri.

- E’ bene fare questa visualizzazione in un posto tranquillo e senza condizionamenti esterni. Magari sdraiati. Sarà utile farsi leggere il presente testo da un altro, invertendo alla fine i ruoli. Che ne dite di mettere a sottofondo una musica rilassante? COMINCIAMO?

- Ti trovi in una valle primaverile. Entraci dentro, fino in fondo. Respira lentamente e profondamente, con lunghe espirazioni. Rallenta i bioritmi. Immagina di muoverti a rallentatore, come in un sogno…Trattieniti per un po’ in questo stato di benessere.

- Ci sono fiori d’ogni colore. Guardali. Ci sono odori e suoni. C’è una brezza delicata che ti accarezza il volto. Da qualche parte c’è anche un ruscelletto….

- C’è in te una grande percezione di pace. Nessuna ansia. Nessuna minaccia. Ti sembra che tutte le cose siano finalizzate alla tua felicità. Che tutto l’universo abbia un senso unitario. Che tutto sia profondamente bello, buono, pacifico.

- Adesso, chinati e raccogli un fiore che è ai tuoi piedi…Ora annusalo, contempla il suo colore, la sua forma. Quel fiore è un’espressione del tuo Sè emotivo. Perditi in esso.

Identificati con esso. Sei tu quel fiore. Sentiti fiore. Rinuncia alla tua soggettività umana. Diventa una cosa. Soffermati in questa riposante situazione oggettuale…

- Adesso, allunga una mano verso i rami che sovrastano il tuo capo. Scorgi dei frutti. Cogline uno. Osservalo. Questo frutto non ti è estraneo. Fa parte di te. Vuoi morderlo? Gustarlo? Perditi in esso. Diventa il frutto. Rimani frutto, per un poco.

- Un animale desta la tua attenzione. Corre amichevolemte verso di te. Ti si stringe. Forse ti lambisce con la lingua la mano ed il volto. Stringilo al petto. Riconciliati con una parte di te. Forse c’è aggressività in questo animale… Non importa. Riuscirai ad ammansirlo, a fonderlo nel tuo Io. Sentiti d’essere animale. Questo animale.

- Una luce avvolge la tua persona. Come un’alone ovale. Che luce è? Immergiti in questa luce. Essa assorbe dalla tua mente i pensieri negativi. Fluidi scuri escono anche dal tuo corpo e si perdono nella luce. Sono le delusioni, le amarezze, gl’insuccessi, i ricordi ansiosi. Liberati fino in fondo. Lasciali scorrere il negativo dalla testa verso i piedi e poi fuori, nella luce.

- Adesso ti fondi nella luce, perdi la tua sagoma umana, i tuoi contorni, ti sciogli nella luce, diventi luce. Sei di nuovo una cosa, una luce.

- Una persona si avvicina, entra nella luce. Chi è?…

- Anch’egli si fonde, si scioglie nella luce. Tu e lui siete una luce, la stessa luce. Rimani, rimani in questo riposo, in questo dolce nulla…

- - La luce comincia a dileguarsi. Tu e lui riprendete la vostra sagoma umana. Egli ti saluta e comincia ad allontanarsi. Ma si ferma e ti dice qualcosa di bello, di positivo. Sarà per te come un programma. Ricordalo. Se credi scrivilo su un foglio.

- Scrivimi, se vuoi. Rivelami solo questi particolari: il fiore, il frutto, l’animale, la persona, eventualmente la frase.Precisa età e sesso.

- Per approfondire l’argomento, consulta nel sito, nella categoria “Parole Chiave”: “La terapia dell’amore”.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati