Questo sito contribuisce alla audience di

La frase di Dickinson

Emily Dickinson è una poetessa fra le più profonde, sensibili, affascinanti di tutti i tempi. Statunitense, vissuta nell'Ottocento, si chiude in casa, in una volontaria solitudine, violata solo da pochi amici, per venticinque anni. Alcune sue affermazioni sono dei veri oceani in cui è possibile inabissarsi...

“Tutti hanno diritto al mattino,
alla notte solo alcuni.
Alla luce dell’aurora
pochi eccelsi privilegiati”.

- Risonanze

Ciao!
Quando ho letto questi versi mi è venuto in mente il film “The hours”, credo a causa dell’interpretazione che gli do. Penso che il mattino sia la nascita, cioe tutti hanno diritto di nascere, la notte secondo me é lo spirito e la complessita dell’animo umano in cui pocchi hanno il coraggio di entrarci e cercare di capirlo a fondo, poiche’ ci si puo perdere e invece l’aurora é l’illuminazione, la serenita’ nell affrontare la vita, chè in se racchiude la luce e il buio essendo gratti ad essa di cio’, perche “l’aurora” si vede soltanto dopo aver vissuto la “notte”. Un affetuoso saluto Mila!^_^

La guida risponde:
Interpetazione credibile. Luciano.

Mi piacerebbe leggere questa frase in lingua originale, perchè la traduzione potrebbe in quelche modo “tradire” il significato! la mia interpretazione è questa: il mattino è la vita di tutti i giorni che tutti noi viviamo, senza pretese e senza farci domande. A tutti è dato e concesso di vivere una vita così. Per pochi è la notte, nel senso che pochi invece guardano dentro sè stessi, pensano, riflettono, si chiedono il perchè, meditano, anche se non trovano risposte e brancolano nel buio. Per pochi è l’alba: quelli sono i poeti e i profeti, quelli che vedono dove altri non vedono,oltre la notte. grazie ancora e ciao! Sgramigno.
La guida risponde:
A mio avviso sei arrivato al nucleo centrale dell’interpretazione.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati