Questo sito contribuisce alla audience di

La firma di Ettore

Analizziamo una firma che mi avete inviato.

 

 Questa firma rivela le seguenti notazioni:
- Un atteggiamento psichico caratterizzato da forte dialettica tra il tentativo di definire te stesso in modo controllato (lettere verticali del nome), volitivo (tratti decisi delle “t”), armonioso (”E” del nome a “3″) ed una dituazione di disagio, dovuta probabilmente all’ambiente familiare (cognome), carica di sofferenza interiore (occhielli delle “o”, “a” ed “e” fasciati o riempiti d’inchiostro), sfociante nella depressione (direzione discendente del cognome) ed in sforzi frustranti ed inutili sul piano relazionale (tipica finale della “a” del cognome). Ma che cosa sta accadendo fra te e la tua famiglia? Luciano
 
 
Non speravo più in una riposta! Comunque devo dire che è sorprendente! Hai definito lo con un breve schizzo proposizionale la mia personalità ed il mio modo di essere, in famiglia vivo una situazione di serenità ed equilibrio simile ad un patto di non-aggressione con i miei genitori. Sento un distacco, un salto generazionale che non riesco ad avvicinare. Inoltre essi hanno la tendenza a non valorizzare il mio operato, a non dare importanza a ciò che faccio e quindi tendo a tralasciare il legame familiare per instaurare amicizie forti con miei simili che hanno, più o meno il mio stesso problema. Sul piano relazionale devo dire che non ci sono problemi, è solo che tendo a non scoprire mai me stesso, ho una personaltà, mi dicono enigmatica, difficile da scoprire scambiando qualche parola…

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti