Questo sito contribuisce alla audience di

La mente è un mistero.

Salve. Mi chiamo ..... ed ho trovato questo indirizzo cercando con Google la parola "sogni premonitori". Premetto che non credo a queste cose che sinceramente mi spaventano un pò però ho riflettuto a lungo sulla questione mentre analizzavo la mia vita ultimamente un pò incasinata. Un sogno ricorrente che ho avuto per tantissimi anni era quello di entrare in una casa x cercare una persona (non specifica) e mentre esploravo la casa ero sicura che questa persona sarebbe stata morta ma non sapevo in che stanza l'avrei trovata e in che condizioni. 4 anni fa dovevo andare a pranzo con il papà del mio ragazzo e non vendendolo arrivare dopo più di 1 ora di attesa mi sono decisa ad andare a casa a vedere se si era dimenticato (non rispondeva al telefono) e mentre salivo le scale di casa sentivo che era morto; l'ho trovato a letto con la tv accesa morto d'infarto. Non ho più fatto quel sogno. Oltre a questo mi succede spesso di sognare e che quello che sogno si avvera. Ad esempio stanotte mi sono sognata una mia collega che veniva a lavoro con un cagnolino bianco di quelli con il pelo tipo "rasta" (non sò che razza sia) che faceva continuamente pipì xkè era piccolo. Mentre andavo in ufficio stamani ero ferma ad un semaforo vicino ad un albero, si è avvicinato un cane identico a quello del sogno ma adulto e ha fatto pipì all'albero. Questa cosa và avanti già da qualche anno ma mentre una volta era raro, di recente mi succede più spesso, anche 2 volte al mese. Ho letto tanto tempo fà che i sogni sono la proiezione dei ricordi della giornata o comunque dei ricordi in generale, ma a me non era mai successo di trovare un morto in casa.... Forse era una mia paura inconscia che casualmente si è avverata e dallo shock non ho più fatto quel sogno?

Il dato fondamentale da tener presente è che la mente, nel sogno, possiede capacità di elaborazione libera che l’intelletto, in stato di veglia, non possiede, essendo controllato sia dal mondo delle regole coscienziali (superEgo), sia dalla vigilanza realistica della ragione (Ego). C’era un direttore d’azienda che sognava sempre di fallire, finchè non fallì veramente. In quel caso, la sua mente era disposta, nell’esperienza onirica, ad ammettere che lui amministrava male la sua impresa, cosa che la parte cosciente non voleva riconoscere. Allora, potrebbe essere che la tua mente, durante il sogno, ha elaborato dati relativi al papà del tuo ragazzo, notati nei giorni precedenti, secondo i quali poteva accadere che gli venisse l’infarto (magari avevi notato una serie di elementI: soffriva di cuore, fumava troppo, conduceva vita sedentaria, era fragile di salute…).  Per quanto riguarda il cane, potrebbe trattarsi di una forma di attivazione attentiva della mente, allertata dal sogno, per cui hai selezionato cose che altrimenti non avresti notato: un cane che realmente faceva pipì… In conclusione, la nostra mente è un mistero. Coglie molte più realtà a livello subconscio, di quanto sensi e funzioni conoscitive siano in grado di elaborare a livello cosciente. Prima di scomodare il soprannaturale, dunque, è bene ammettere che la parte profonda di noi, conosce in modo più ampio, penetrante ed acuto della razionalità di superfice. Dopodiché… (ma solo dopo) non è male lasciare aperta una porta a quel piano superiore della realtà che chiamiamo soprannaturale. Che ne dici? Luciano.

Riscontro:

Sono daccordo con quello che mi dici, però il sogno ricorrente del morto ce l’ho da quando sono bambina e il mio ragazzo l’avrei conosciuto dopo 10 anni.
Non ho mai sognato suo padre morto, il mio era un sogno più generico.
Comunque non mi permetterei mai di pensare al soprannaturale xkè mi spaventa, solo penso che la nostra mente sia veramente un terreno molto difficile da esplorare a da coltivare.
Grazie x avermi risposto.
 

Le categorie della guida

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti