Questo sito contribuisce alla audience di

Il prodigio dell'amore.

La fase nascente dell'amore corrisponde ad una delle esperienze più belle che ci è dato di provare in questa vita. Niente è paragonabile al momento in cui, dopo aver scoperto una persona che provoca risonanze profonde dentro di noi, assistiamo ad una magica trasfigurazione di noi stessi e del mondo. Abbiamo bisogno di scorgere ogni giorno gli occhi febbrili di giovani innamorati per riprendere fiducia nella realtà. Lo psicanalista viennese Victor Frankl ha condotto un'analisi interessante sullo stadio aurorale dell'innamoramento...

Secondo Viktor Frankl, il famoso psicanalista viennese, l’amore trasforma la coppia sotto tre aspetti: esso è:

• grazia: l’innamoramento è un evento improvviso, imprevedibile, immeritato;

• incanto: i due trasfigurano la realtà, vedono ogni cosa in modo diverso, con entusiasmo;

• miracolo: l’amore è sempre fecondo, produce evoluzione ed equilibri nuovi nella personalità degli amanti e genera anche altri esseri, i figli, frutto della sintesi originale ed irripetibile di due personalità.

Scrive Frankl: “Nell’amore accade che un essere umano diviene per un altro essere umano insostituibile ed indispensabile senza aver fatto nulla per tale scopo. Dunque nell’amore non si ha alcun merito se riusciamo ad attuare noi stesi, il nostro valore di personalità. L’amore infatti non è merito, è grazia. Ma non è soltanto ciò: è anche fascino, è incanto. Il mondo diventa favoloso, schiude all’amante tutti i suoi valori, lo appaga pienamente. L’Io che ama, nel donarsi al Tu, prova un arricchimento interiore che supera questo steso Tu. L’intero creato gli appare più vasto, anzi immenso, pieno di pregi: giacché il vero amore non rende ciechi ma più capaci, anzi supremamente capaci di cogliere i valori del mondo. L’amore è ancora una terza cosa: è il miracolo. Mediante l’amore si compie infatti ciò che in un certo senso trascende la nostra comprensibilità: sia pure attraverso meccanismi biologici, per esso compare un nuovo essere, anch’egli singolo e differente da tutti gli altri, unico: il figlio”.

Riscontro:

BEH DEVO DIRE CHE ‘ DAVVERO STUPEFACENTE COME VIKTOR ABBIA COLTA L’ESSENZA FONDAMENTALE DI QUESTO GRANDE MISTERO CHIAMATO AMORE E SONO CONVINTA CHE COME TALE SIA DAVVERO UN MIRACOLO.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti