Questo sito contribuisce alla audience di

LA VITA A DUE. Una conquista quotidiana.

Riaccade ogni giorno. Lui e lei si recano di fronte ad un altare, tra gente commossa che applaude. Forza della tradizione, ricerca di conferma sociale? Chissà? C’è gente che per promettersi amore si metterebbe semplicemente, mano nella mano, di fronte ad un paesaggio o ad un gruppo di parenti ed amici. Oggi, l’amore, per qualcuno è un’esperienza fra due parentesi: stiamo bene insieme, proviamo emozioni, ci uniamo. E c’è, invece, chi intuisce che sta compiendo un gesto che attinge al mistero. Proprio così. Ci sono persone che, quando pensano all’amore, guardano in alto...

L’amore non è mai qualcosa di definito e compiuto. Non è un edificio già ultimato ma un cantiere in perenne costruzione.

L’amore, come tutte le cose, ha le sue stagioni. C’è la fase della “scoperta” o dell’innamoramento, quella della “relazione storicizzata”, e quella dei “bilanci” e della consapevolezza globale.

Il sentimento amoroso coincide con la volontà di camminare insieme verso una meta, la consapevolezza di costruire una casa, magari modesta, ma in due, pietra su pietra.

È interessante, a distanza di anni, compiere un bilancio del proprio matrimonio. Può essere fatto sotto forma di gioco interattivo.

Troviamo, allora, un momento di tranquillità.

Prendendo alternativamente la parola, indichiamo due o tre punti forti o deboli della personalità dell’altro.

Oppure, impegniamoci a rievocare momenti significativi della nostra storia matrimoniale. Sarà come accendere dei “quadri animati”. Ad esempio, il viaggio di nozze, il periodo iniziale del matrimonio, la casa dei primi tempi con le difficoltà di adattamento, la nascita dei figli, la malattia e la morte di un congiunto, il coronamento di un traguardo professionale, un momento particolare della vita dei figli…

Tale rilettura ha il potere di rimettere a fuoco il senso globale della storia di coppia.

Specie se essa è suggellata, alla fine, con il bacio della rinnovata alleanza e con le parole più belle dell’amore: “Ti voglio bene”…

Prosegui la lettura nell’opuscolo appena pubblicato:

Giuliana Cucchiella – Luciano Verdone

“La vita a due – Una conquista quotidiana “–

Collana “Note di Psicologia”, Paoline, Aprile 2008, E. 4

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti