Questo sito contribuisce alla audience di

Misura il sentimento natalizio

Il Natale per molti è solo una convenzione, per altri addirittura irritante, per qualcuno, invece, costituisce una valvola di evasione al grigiore quotidiano.



L’intensità del sentimento natalizio

- La festività del Natale è collegata ad un serie di simboli e sentimenti profondamente radicati nell’inconscio collettivo.
- Quanto è radicato in te il sentimento natalizio?
- Proviamo a “misurarlo” attraverso una serie di variabili.

- Assegnandoti, di volta in volta, una valutazione da 0 a 3, e realizzando alla fine il calcolo globale, avrai il tuo coefficiente. Tieni presente che gli ultimi 5 punteggi sono in negativo e vanno sottratti.
- Il massimo del sentimento natalizio corrisponde a 45 punti.Dai 20 punti in sotto tale sentimento mostra segnali di particolare “disincanto”. Forse stai vivendo un momento di aridità interiore.

Questionario
- Il Natale mi piace…
1. Per l’intensificarsi delle relazioni interpersonali ed il clima d’intimità familiare che si crea. 0 1 2 3
2. Per l’atmosfera festosa che si crea nelle città e nelle case. 0 1 2 3
3. Per i doni, espressione di un pensiero significativo verso di noi. 0 1 2 3
4. Per la pausa dagli impegni, le vacanze, il riposo. 0 1 2 3
5. Per i giochi di società che caratterizzano le serate del periodo natalizio. 0 1 2 3
6. Per l’associazione del Natale con la neve, simbolo di candore, ingenuità, novità, intimità…0 1 2 3
7. Perché mi fa rivivere le incantevoli atmosfere della mia infanzia, rifocalizzando l’eterno fanciullo nascosto dentro di noi. 0 1 2 3
8. Per un sentimento religioso, interiorizzato fin dall’infanzia, collegato all’idea dell’amore di Dio e del riscatto della miseria umana. 0 1 2 3
9. Per l’effetto psicologico dell’attesa. 0 1 2 3
10. Per il cerimoniale ripetitivo della tradizione e la conseguente sensazione di sicurezza e di controllo della realtà. 0 1 2 3
11. Per la povertà del presepe che ci riconduce alla semplicità mentale dell’infanzia e di una cultura primordiale. 0 1 2 3
12. Per il Bambino che ci presenta un’immagine inerme e fragile di Dio, tale da mobilitare in noi sentimenti di protezione e di disarmo interiore. 0 1 2 3
13. Per il magico effetto della luce che risplende nelle tenebre e la sensazione di fiaba e di mistero che suscita in noi. 0 1 2 3
14. Per la percezione subconscia della grandezza della persona umana, dal momento che un Dio ci sceglie e ci ama, condividendo fisicamente la debolezza della nostra condizione. 0 1 2 3
15. Per il senso di ottimismo derivante dal trionfo dell’amore e del bene e dalla realizzazione preannunciata delle antiche promesse profetiche della nascita di un Salvatore. 0 1 2 3

- Il Natale non mi piace…
16. Mi adeguo al Natale più per convenzione che per convinzione. E’ impossibile infatti non subire il condizionamento sociale di una festività così antica e radicata. 0 - 1 - 2 -3
17. Il Natale mi irrita e mi rende depresso in quanto esprime sentimenti infantili che io non riesco più a condividere. 0 - 1 - 2 -3
18. Il Natale mi irrita perché esprime un buonismo ipocrita a cui non riesco a credere. 0 - 1 - 2 -3
19. Il Natale mi irrita per la dinamica commerciale e consumistica che lo caratterizza. 0 - 1 - 2 -3
20. Mi dà fastidio l’idea di una festa imposta dall’esterno, dal costume sociale, e non scelta da ogni inndividuo. 0 - 1 - 2 -3

BUON NATALE A TUTTI!


Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti