Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

  • I sogni di un'anoressica

    Alla base della tua crisi nei riguardi dei comportamenti alimentari c'è un fattore cognitivo, cioè le domande che ti poni, la capacità spietata che hai d'indagare sul senso delle cose e sull'agire degli altri...

  • Eh, sì, sono proprio grassa!

    Salve dottore, le scrivo perchè ho letto una mail, che ha ricevuto recentemente: "Ma mangi?". Mi sono sentita molto partecipe, perchè ho esattamente lo stesso problema, solo che è opposto. Ho 24 anni e sono in sovrappeso da quando ho avuto un incidente stradale a 18 anni. Da allora sono cambiate molte cose nella mia vita e nel mio aspetto fisico. La gente, ovviamente, ha iniziato con battutine di ogni tipo per farmi notare questo mio cambiamento fisico e ho sofferto molto, perchè molte erano vere e proprie prese in giro. Non mi sento grassa, ma mi vedo grassa, soprattutto a causa del prossimo, che me lo fa notare. Non mi sento completamente serena nel mio corpo, ma ho difficoltà a dimagrire, nonostante le molte diete. Ogni volta che esco e sono in compagnia di donne di qualsiasi età, le argomentazioni cadono alla fine sempre sul cibo e sul peso, sulla magrezza e sul grasso, come a voler mettere il dito nella piaga. Ma la mia domanda è come reagire di fronte a battutine e domande pungenti o semplicemente maleducate come "ma mangi tanto, vero?", "la barbie grassa", "non è ora di mettersi a dieta" ecc, che mi vengono poste, magari anche da sconosciuti?So che dovrei prenderla sul ridere, ma come riuscire a evitare di sentirsi feriti e riderci sopra? Come riuscire ad essere meno fragili in determinati contesti? La ringrazio già da ora per l'attenzione e la risposta. A presto, ....

  • Ma mangi?!

    Buongiorno Luciano, vorrei raccontarle una cosa e conoscere la sua opinione. Sono una ragazza molto bella, per un breve periodo ho anche fatto l'indossatrice, (se non fosse stato per mio padre forse lo sarei ancora), e perciò sono magra; ovviamente. Questo fatto non dipende da alcun tipo di dieta, poiché sono da sempre stata in sotto peso di qualche chilo, e quando il medico rassicurò mia mamma dicendole che io non ero vittima di alcuna "malattia" che potesse causare questa magrezza, ci mettemmo tutti il cuore in pace, e smisi di mandar giù olio di fegato di merluzzo, pappa reale, e altri rimedi naturali decisamente poco gustosi! Il problema sono alcune persone amiche o addirittura mai conosciute, che quando mi vedono, sono incapaci di trattenersi dal chiedere, con espressioni di preoccupazione, "... ma mangi?", ed io devo rispondere "sì..." e loro di solito aggiungono "... eh! mi raccomando". Ma le pare normale? Insomma è come vedere una persona grassa e dirle dopo che ti ha vista due volte, "ma mangi troppo?". Ora; io normalmente non sono maleducata, ma a sentire questa domanda, mi si drizzano in capelli in testa e risponderei con un sarcasmo velenoso alla domanda invadente. Il mio quesito è: perché mi da così fastidio che gli altri giudichino la mia magrezza, dal momento che mi sento bene, lavoro tutto il giorno e mangio regolarmente? A forse a che fare con la preoccupazione che aveva mia madre che temeva fossi malata? Grazie per il tempo che mi ha dedicato.

Le categorie della guida