Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Quei deliranti messaggi on line contro i bambini down

    Ha fatto discutere la sentenza del tribunale di Milano contro i responsabili di Google Italia, accusati di aver lasciato lungamente in rete le immagini di un ragazzo down selvaggiamente picchiato a scuola. Sempre in questi giorni, sono apparsi su Facebook messaggi scioccanti contro bambini affetti da sindrome di down. Compariva la foto di un neonato down sulla cui fronte era stato scritto “scemo”...

  • Quei due cromosomi in più

    Chi sostiene che discendiamo dalla scimmia, fa presente che abbiamo in comune con lo scimpanzé il 99,5 del DNA, dimenticando però di precisare che noi possediamo 46 cromosomi mentre lo scimpanzé 48 (ci sarà pure una ragione!). E che la disposizione dei geni è completamente diversa. E’ come dire che se i geni sono le lettere che compongono una pagina, la pagina è il cromosoma, il libro è il genoma, scombinando le lettere della pagina, cioè i geni, si ha un messaggio del tutto diverso! Infatti, se è vero che la scimmia è l’animale che più ci assomiglia, è ancor più vero che le differenze fanno dimenticare le somiglianze.

  • Ancora Natale

    Ancora un Natale di crisi, povero di orizzonti. Scenari planetari difficili, tra povertà ed emergenza ecologica. Giovani disoccupati, appoggiati ai genitori anche oltre i trentacinque anni. Aziende chiuse, lavoratori senza stipendio. Politici focalizzati su se stessi, litigiosi, deludenti… Ma ciò che più preoccupa è la crisi di certezze, l’eclissi di speranza. La perdita d’identità. L’uomo occidentale non sa più chi è. Per questo, non può progettare nessun futuro...

  • Il candore della menzogna

    La tempesta ha avuto inizio, se non sbaglio, con Corrado Augias il quale, nel suo libro Inchiesta su Gesù, sostenne che la fede nella divinità del Cristo sarebbe stata elaborata in epoca costantiniana, intorno al 300, quasi non fosse presente, fin dall’inizio, nelle pagine neotestamentarie e negli scritti dei padri delle prime comunità. Sempre Augias, tornò alla carica con Inchiesta sul Cristianesimo, riproponendo la storia della Chiesa come un intreccio tenebroso di spiritualità, astuzia e potere. L’ultima aggressione viene da Claudio Rendina, autore de I peccati del Vaticano. In quest’opera, oltre a ribadire il binomio Chiesa-corruzione, l’autore si propone di demolire, pietra dopo pietra, tutte le certezze storiche del Cattolicesimo...

  • Ma signori di Strasburgo...

    La Corte europea, in nome della libertà e della tolleranza, ha deciso che non ci dovranno essere crocifissi nelle aule scolastiche italiane. Ammesso, aggiungo io, che ci siano veramente. Secondo la Corte, un “segno esteriore forte” come il Crocifisso, potrebbe “essere perturbante dal punto di vista emozionale, per gli studenti di altre religioni o per chi non ne professa alcuna”. ..

  • L'Aquila, sette mesi dopo...

    Ho avuto il destino di visitare l’Aquila a poche ore dal sisma del 6 aprile e di valutare, con sguardo incredulo, l’entità della tragedia. Scene che la tv - non so perchè - non ha mai mostrato. Cornici di finestre da cui si contano gli strati di una casa, vicoli otturati dalle macerie, basiliche sventrate e senza tetto, palazzi dalle pietre dissestate nel frontale e crollati all’interno… Un’esperienza che ti segna per la vita. Sono tornato all’Aquila, l’altra sera, sette mesi dopo quella notte, ed ho sentito male al cuore. E’ stata un’emozione peggiore della prima. Una città spettrale....

  • Il decreto contro i lavavetri a Roma

    A Roma, nei prossimi giorni, entrerà in vigore un decreto contro i lavavetri, già applicato a Firenze. Si tratta, per intenderci, degli stranieri appostati ai crocevia che puliscono, più o meno autorizzati, il parabrezza delle auto in cambio di un’improbabile offerta in denaro. Molti intervistati sono risultati d’accordo. Altrettanti, no. Mi ha colpito la risposta di una signora: “Hanno il diritto di campare anche loro”. ..

  • Quanto vale un uomo?

    La realtà è dura di per sé. Ma di fronte alle esperienze estreme (vuoto esistenziale, malattia, vecchiaia, morte), l’uomo reclama più che mai risposte che solo la saggezza religiosa può fornire. E se tale saggezza si offusca, allora la realtà, oltre che incomprensibile, diventa inaccettabile. Allora, dai fondali della mente, scaturiscono, come rivoli venefici, ribellione e violenza. Il nostro futuro dipende dalla soluzione che daremo a questa domanda: “Quanto vale un uomo?”.

  • Si può imparare a studiare bene

    - Questo test è un reattivo di consapevolezza sul tuo metodo di studio. Eseguilo, attribuendoti, sopra un foglio, per ogni domanda, un punteggio da 0 a 3. - Alle ultime 5 domande è associato un punteggio in negativo. - Le domande sono 34. Alla fine, i punteggi conseguiti, con sottrazione algebrica dei punti negativi, saranno così valutati:

  • A chi giova svilire l'immagine umana?

    Assistevo, l’altra sera, ad una commedia dialettale all’aperto. Infastidito dalle insistenti volgarità, ad un certo punto, abbandonavo il mio posto e me ne andavo. Perché, mi sono chiesto, ricorrere ad una comicità di basso livello, quando altri, lavorando con arguzia e intelligenza, raggiungono un umorismo più raffinato? E perché, soprattutto, noi esseri umani godiamo nello svilire la nostra immagine? Dimenticando che essa è, in natura, la realtà più complessa e perfetta. Eppure, la parte pulsionale e primitiva di noi sembra interessata a profanare, quasi con compiacimento, l’idea e la figura dell’uomo, rappresentando in modo osceno il corpo e le sue funzioni. Ed un certo linguaggio, popolare e cinematografico, ama descrivere con parole indecorose la realtà sessuale. L’identità femminile, in particolare, sembra oscillare, nella nostra cultura, da raffigurazioni celestiali a cupe simbologie bestiali, da fogna. Come mai? E perché tale contrasto semantico interessa proprio l’Occidente cristiano mentre risulta estraneo alla cultura islamica ed orientale?

Le categorie della guida