Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Il gioco rivela l'età mentale di tuo figlio

    Perché in natura esiste il gioco? Come mai gli animali superiori e gli esseri umani dedicano parte del loro tempo a giocare? Quale senso ha quest’attività apparentemente inutile? Cosa è il gioco? Un residuo evolutivo che ci garantisce, come negli animali, l’affinamento delle abilità necessarie a sopravvivere nel proprio ambiente (Spencer), un modo per esprimere il surplus di energia (Spencer), oppure, come vuole la psicanalisi, una trasposizione simbolica dell’esperienza e dei contenuti emotivi del bambino, un modo per dominare mentalmente le cose, specie quelle problematiche, uno strumento fondamentale per superare l’angoscia (Freud, Piaget, Winnicot)? Il gioco è un segno di sanità mentale e contribuisce ad essa. Il bambino che non gioca ha certamente dei problemi. Il gioco, infatti, come afferma Piaget, è qualcosa di biologicamente necessario, rappresenta “il lavoro del bambino”.

Le categorie della guida