Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Il suo miagolìo inconfondibile

Domanda

E' evidente che oggi sono la sua persecuzione, ma gli argomenti trattati mi fanno venire troppe domande e non sono un tipo che puo' restare senza risposte. Non ho un preciso sogno ricorrente, bensi' un personaggio ricorrente da qualche mese a questa parte: il mio gatto. Avevo due gatti, nati da due cucciolate diverse, ma stessa madre e stesso padre. Con il piu' grande dei due avevo un rapporto quasi telepatico. Per fare un esempio: una volta sono tornata a casa di corsa annullando ogni mio appuntamento perche' ero certa che Peynet (si chiamava cosi') avesse bisogno di me. Era cosi'. Lo trovai conciato veramente male. Aveva litigato con altri gatti. Lo portai dal veterinario e tutto si risolse. Peynet e' scomparso da diversi mesi. Nessuno lo ha visto. Sono stata molto male una notte. So che gli e' successo qualcosa di tremendo. Da allora e' spesso presente nei miei sogni. E' l'elemento chiarificatore. Gioca il ruolo del "Deus ex machina". Quando nei miei sogni non so piu' che fare e non vedo vie d'uscita...arriva lui. Il suo miagolio inconfondibile, che lo precede, gia' mi tranquillizza. Suona alle mie orecchie come una sinfonia di Beethoven. Poi appare. Gioca con me. Mi cerca. Mi fa le coccole. Tutto si risolve...qualsiasi sia la situazione prospettata dal sogno. E' dunque follia anche questa mia forma di legame ancestrale con il mio gatto?

Risposta

Ciascuno di noi ha un bestiario interno che corrisponde alla parte primaria, autentica, libera, pulsionale, di noi stessi. Ci sono persone che proiettano il proprio Sè profondo nella figura del gatto. Il gatto rappresenta fondamentalmente queste cose: sensibilità alla tenerezza, sensorialità ed intuito eccezionale, aggressività nascosta, una certa dose di possessività, dominanza nascosta (ci si concede quando ed a chi si vuole). In quali di queste connotazioni ti riconosci? Un miagolìo. Luciano.

com*** - 20 anni e 6 mesi fa
Registrati per commentare