Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

La siringa

Domanda

Carissimo Luciano, ho fatto un sogno davvero insolito. Nel primo ero una sirena. Venivo dall'Australia e attraversavo tutto l'oceano a nuoto solo per arrivare qui in Italia. A Lecce credo (quella città è legata alla mia infanzia). Ma non ero una normale sirena poichè avevo le gambe, ma le incrociavo a coda. Insomma arrivavo in Italia e mi alzavo dal bagnoasciuga. Il mare era molto sporco, bottiglie, carte. Trattenevo la sabbia tra le dita per sollevarmi dalle acque e qui mi pungevo con una siringa, ma non me ne preoccupavo. Credo di averlo interpretato, vorrei sapere se la mia interpretazione è giusta. L'acqua probabilmente rappresenta la nascita e la sirena finta è simbolo forse della paura che ho nei riguardi dell'altro sesso. Il mio allontanamento dagli altri nonostante abbia avuto già esperienze. E la siringa probabilmente rappresenta l'inevitabile realtà con cui dovrò entrare in contatto e le mie stesse paure , credo, tipo l'aids. Secondo te è possibile? Ti ho mandato altra roba ma non so se ti è arrivata... quindi te lo chiedo ciao e auguri per la passata pasqua.

Risposta

- La tua interpretazione è giusta. Giungere in Italia dall'aAustralia, significa che ti trovi, per sensibilità, in un'altra dimensione e stai cercando di approdare alla realtà, cioè di creare contatti con un mondo che per molti versi, così come ti viene presentato dal gruppo sociale, tu non accett. Ma in questo tentativo di toccare terra, cioè di accettazione, in particolare della realtà sessuale - come tu stessa hai compreso - provi disgusto e paura. La tua mente inoltre realizza che sarà inevitabile soggiacere a questo tipo di realtà. La siringa che ti punge simboleggia appunto un coinvolgimento di tipo sessuale.
- Ho già risposto ad alcune tue email e spero ti siano arrivate. Nel caso, fammelo sapere, oppure vai a cliccare in copertina di sito su "La guida risponde", anche se i titoli in genere sono cambiati.
- Luciano.

eny*** - 18 anni e 1 mese fa
Registrati per commentare