Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Su una poltrona, dorme mia madre

Domanda

buongiorno luciano, Le scrivo riguardo alla visualizzazione di una baita. sono molto felice di essere in un ambiente caldo e familiare.Il caminetto che e' di fronte a me e' acceso ed e' molto vicino perche' e' una sensazione bellissima sentire il calore sul mio viso. Io sono sdraiata su di un divano bianco e una coperta rossa a dadi blu e' appoggiata sulle mie spalle.La stanza e' piccola ma accogliente, rifinita in legno; le finestre sono dietro di me e sono grandi, si puo' vedere tutto il giardino. Vicino a me c'e' il mio barboncino (Birillo) che sonnecchia e alza la testa ogni qualvolta che sente un minimo rumore.Vicino al mio cane c'e' Tiziano ( il mio attuale compagno) che accarezza Birillo e mi guarda con un sorriso sulle labbra. Sul lato sinistro su una poltrona si trova mia madre che dorme; un sonno molto leggero, so che e' stanca e la guardo con un senso di malinconia. sono molto rilassata e continuo a guardare la tv! saluti silvia

Risposta

Cara Silvia, la tua visualizzazione rivela che stai vivendo una sottile situazione conflittuale fra il desiderio simbiotico (intimità col tuo ragazzo) e l'esigenza di proteggere la tua identità, definendo prima te stessa e realizzandoti sul piano emotivo e magari anche professionale, come forse desidera la mamma. Ti senti euforica al pensiero d'essere corteggiata e stimata dal tuo ragazzo (calore sul viso), hai una visione ideale dell'amore e forse vorresti viverne le tappe con gradualità (divano bianco) ma l'istinto è forte e la passione si accende (coperta rossa). Ti chiedi se lasciarti andare al sogno dell'intimità (dadi blu)oppure no? Avverti che la decisione spetta a te. E' la ragazza a decidere di concedersi (coperta sulle spalle). Non vorresti rinunciare alla semplicità di una relazione amicale ed innocente col tuo ragazzo(giardino e finestre dietro di te). Ma il tuo ragazzo, con la sua sola presenza, solletica la tua parte istintuale, la tua animalità (Birillo). Ma tu decidi di "essere per te stessa", di non concederti pienamente a Tiziano, per il momento. Ti rifugi nel sogno ("continuo a guardare la tv"). Sai che un giorno dovrai concederti, rinunciare in qualche modo a te stessa (tua madre è il modello della tua femminilità: per questo la guadi con malinconia, sapendo che un giorno offrirai te stessa, in qualche modo sarai di un altro). Che ne dici, Silvia? Tu solo puoi cogliere le sfumature giuste di questo conflitto. Che per altro non ti angoscia ma ti fa sentire preziosa e desiderata. Con affetto. Luciano.

sil*** - 20 anni e 10 mesi fa
Registrati per commentare