Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Un topo vuole uccidermi!

Domanda

Bravissimo Luciano, nel momento in cui ti scrivo sono ancora piuttosto scossa dal movimentato incubo che ho avuto oggi pomeriggio addormentandomi per caso sul divano. Tutto il sogno è caratterizzato dal mio terrore per la mia incolumità… non ricordo bene i dettagli, mi ricordo però che verso l’inizio del sogno mi recavo presso una sorta di piattaforma di legno sospesa sul mare… credo però che in realtà ce ne fosse più di una e che io ne scegliessi una dove abitualmente non andavo. Il clima era allegro, su questa piattaforma c’erano varie persone che sembravano divertirsi molto anche se non facevano niente in particolare (penso che tipo prendessero il sole, cose così). Ma non appena mettevo piede sulla struttura, l’acqua iniziava a salire rapidamente, mi spaventavo molto e rischiavo di affogare (e questo vale anche per le altre persone). Riuscivo però ad allontanarmi e a mettermi in salvo.. venivo poi a sapere che questo era il risultato dei poteri di un grosso topo che cercava di uccidermi. Sapevo che il topo in realtà era il portinaio di casa mia (una persona che realmente esiste!) il quale poteva assumere questa forma. Molte cose non le ricordo, ricordo solo che tentava di uccidermi in vari modi. In più in alcuni momenti io sapevo che stavo sognando, tanto che cercavo di gridare, ma non riuscivo a svegliarmi; inoltre il fatto di essere consapevole di sognare non diminuiva la mia paura, anzi sapevo che quest’uomo era entrato nella mia mente e dunque nel mio sogno col preciso scopo di distruggermi attraverso questa via. Alla fine capivo che dovevo ucciderlo prima io per salvarmi, e ci riuscivo, non ricordo come. Iniziavo poi ad andare in giro col cadavere del topo perché cercavo un bancone presso cui sbarazzarmene (sì, c’erano molti banconi sparsi per le strade…), nessuno però lo accettava. Inoltre camminando scorgevo da una vetrina il portinaio che chiacchierava e guardava nella mia direzione: capivo che non era ancora finita, che avevo eliminato solo la sua forma animale. Alla fine entravo in un locale a due piani, scendevo le scale e lì finalmente a un bancone del bar mi sbarazzavo del cadavere. Poi sempre là dentro vedevo il mio nuovo ragazzo (ci conosciamo da pochi giorni) che stava parlando con della gente, andavo lì e lui mi abbracciava spensieratamente… mi sentivo subito meglio e al sicuro. Come ho detto molti dettagli non li ricordo, ma suppongo che anch’io subissi delle trasformazioni, per esempio in un serpente: ho l’esatta percezione di me che, nella realtà!, mi muovo come se strisciassi sul divano su cui dormivo (era convinta che ciò che mi stava accadendo in sogno, si ripercuotesse sulla realtà, non ho mai avuto un rapporto tanto vivo e impressionante tra la realtà che percepivo e ciò che vivevo oniricamente, che ne pensa di questo?). Proprio alla fine, poi, ho sognato che mi svegliavo e andavo da mia madre che, avvolta in una luce gialla, rispondeva alla mia domanda (ossia: è possibile che qualcuno riesca per poteri particolari a farmi realmente del male in sogno?) dicendo che sì, in effetti esistono persone con queste facoltà, spaventandomi ancor più. Quando mi sono svegliata, stentavo a capire se ero realmente sveglia o meno, ed ero ancora molto diffidente verso tutto ciò che mi circondava. Attendo con ansia la sua risposta… il suo parere è fondamentale per me. Grazie infinite Elisa (anni 20)

Risposta

Il topo simboleggia essenzialmente due cose. O la timidezza (il topo si nasconde nei fori) o l'attività sessuale (il topo che, con la sua forma affusolata, si annida nelle fessure evoca l'attività sessuale nel senso di espropriazione del corpo e degli spazi personali). Io credo che la tua psiche sia in ansia per la seconda cosa. Tu temi che, concendendoti ad una relazione affettiva (ad un grande amore: topo grosso), possa perdere in parte te stessa in termini attenzioni e di tempo dedicati alla tua persona. Che ne dici? Fammi sapere. Luciano.

ely*** - 13 anni e 7 mesi fa
Registrati per commentare