Questo sito contribuisce alla audience di

Perché l'amore qualche volta ha paura

Un bel romanzo di Guillaime Musso

Abstract: Una ragazza che non si sente amata e che non sa amare. Un padre che ruba ai ricchi per dare ai poveri. Un fidanzato deluso che non riesce a non amare. Questi i protagonisti di una storia tenera ed appassionante, fatta di inseguimenti e rese, di fughe e di ritorni.

Breve commento:
Musso tenta la strada dell’avventura e, abbandonando nella prima parte i temi intimistici che gli sono consoni, offre un divertente spaccato che sembra tratto di peso dalle storie di Arsenio Lupin. Si percepisce uno iato con la seconda parte, in cui si sviscerano sentimenti legati all’emozione, alla morte e alla gioia. Non disturba neppure una lunga parentesi pesantemente fantasy

Frasi estrapolate dal testo:
Solo i nemici ci dicono la verità: gli amici e gli amanti mentono in continuazione, catturati dalla ragnatela del dovere (S. King)

Ma ecco la cosa più atroce: l’arte della vita consiste nel nascondere alle persone più care la nostra gioia di essere con loro, altrimenti si perdono (C. Pavese)

La nostra vita è un libro che si scrive da solo. Siamo personaggi di un romanzo che non sempre comprendono fino in fondo quel che vuole l’autore (J. Green)

L’amore è il diritto che diamo all’altro di perseguitarci (F. Dostoevskij)

Il passato non muore mai. Anzi, non è nemmeno passato (W. Faulkner)

Il guaio non è il dolore. Il dolore ti fa soffrire, ma non ti distrugge. Il guaio è la solitudine generata dal dolore. È quella che ti uccide a poco a poco, che ti isola dagli altri e dal mondo. E che risveglia tutto ciò che c’è di peggio in te (G. Musso)

Curiosità:
A Parigi sono disponibili per cittadini e turisti ventimila biciclette pubbliche, dette Vélib, che si prendono e si lasciano secondo il bisogno.

Argomenti