Questo sito contribuisce alla audience di

Sondaggi sul Belgio

Ritorno dalle vacanze, ritorno dalla sosta. Non si vuole parlare qui dello scandalo pedofilia (ma gli Affari esteri del Regno ci si tiene a mettere in evidenza che padre Dejaeger, al centro dello scandalo[...]

l'aja

Ritorno dalle vacanze, ritorno dalla sosta. Non si vuole parlare qui dello scandalo pedofilia (ma gli Affari esteri del Regno ci si tiene a mettere in evidenza che padre Dejaeger, al centro dello scandalo per abusi su minori in Canada non possedeva più la cittadinanza belga .
Parliamo invece ancora del separatismo fiammingo e più precisamente di due sondaggi. Il primo è stato svolto da “La libre Belgique” e ha fatto emergere in primo luogo che i belgi, a più da ottanta giorni dalle elezioni, vogliono la formazione di un nuovo governo. Ma, soprattutto, solo il 15% dei fiamminghi vuole l’indipendenza. In questo contesto, nelle Fiandre si ripone molta fiducia in Bart De Wever, per la sua capacità di negoziare e di far ottenere al Settentrione del Belgio una maggiore autonomia, senza dover arrivare allac scissione. Il secondo è stato invece fatto dalla branca olandese dell’istituto di ricerche di marketing Synovate su un campione di mille persone. Quest’ultima ricerca dice che: la maggioranza degli olandesi vuole che il Belgio continui a esistere, due olandesi su dieci vorrebbero che le Fiandre si unissero ai Paesi Bassi e il 32% non ha interesse e/o opinione in proposito.

Ultimi interventi

Vedi tutti