Questo sito contribuisce alla audience di

Diablo Cody tra zombie, donne e vampiri

Come si apprende dall’agenzia ANSA, Diablo Cody - ex spogliarellista e ora una delle sceneggiatrici più pagate a Hollywood dopo il successo dello script di Juno - parla a 360 gradi dei suoi[...]


Come si apprende dall’agenzia ANSA, Diablo Cody - ex spogliarellista e ora una delle sceneggiatrici più pagate a Hollywood dopo il successo dello script di Juno - parla a 360 gradi dei suoi progetti, tra donne, zombie e vampiri. Ecco un brano dell’interessante articolo:

L’adolescenza e le donne oggetto, temi fonti d’ispirazione del premio Oscar per Juno Diablo Cody, sono protagonisti in Jennifer’s body di Karyn Kusama, la commedia horror con Megan Fox, presentata oggi in anteprima al Courmayeur Noir in festival e in uscita il 10 dicembre distribuita da 20th Century Fox. La sceneggiatrice, che al festival ha incontrato i giornalisti, sfoggiando capelli corti, vestito verde smeraldo e sorriso cordiale, dopo l’Academy Award non si e’ piu’ fermata. Ha scritto la serie United States of Tara prodotta da Steven Spielberg, ora alla seconda stagione, e sta lavorando a nuove sceneggiature di film: la trasposizione dei romanzi per teenager Sweet valley high; la biografia di Hugh Hefner, il creatore di Playboy, che potrebbe avere il volto di Robert Downey Jr, e un nuovo progetto misterioso, di cui ha appena finito lo script. ”L’unico mio rammarico per Jennifer’s Body e’ che forse il messaggio non sia venuto fuori abbastanza radicale - ha spiegato la Cody -. La protagonista, una ragazza il cui corpo e’ un oggetto di consumo, sfruttato e consumato, diventa una cannibale che mangia i corpi dei maschi”. E il fatto che i protagonisti siano adolescenti, come in Juno, non e’ un caso: ”E’ un tema da cui ho cercato di allontanarmi, ma per me e’ troppo interessante. Le emozioni in quel periodo sono cosi’ profonde e intense che si prestano moltissimo ad essere sviluppate in un racconto, non c’e’ niente di passivo nei teenager. Sentono tutto con grande passione. Ho appena finito un copione che ha per protagonista un adulto, ma e’ uno scrittore che non riesce smettere di scrivere storie sugli adolescenti… e’ un argomento che continua a tornare”. In Jennifer’s Body (che negli Usa e’ stato un flop), la modella attrice Megan Fox e’ Jennifer, una cheerleader che dopo un concerto rock terminato bruscamente per un incendio, decide di accettare l’invito a seguire la band. Il gruppo pero’ la rapisce e la sacrifica al diavolo, chiedendo in cambio il successo, credendola, a torto, vergine. Dopo il sacrificio ‘impuro’, la ragazza ritorna in vita come demone cannibale affamato del corpo dei compagni di classe. L’unica che cerca di fermarla e’ l’amica del cuore Needy (Amanda Seyfried). ”Ho iniziato a scrivere questa storia appena finita la sceneggiatura di Juno. Sono sempre stata interessata all’horror, e volevo essere genuinamente terrorizzante. Ho pensato alle cose che piu’ mi spaventavano e mi sono venute in mente le ragazze e le amicizie complici tra donne, che possono veramente essere malefiche”. La Cody spiega che il copione e’ stato comprato solo dopo il successo di Juno: ”La sceneggiatura non era ritenuta particolarmente commerciale e c’erano due protagoniste donne, per gli americani e’ un inconveniente. Penso pero’ che se questo film fosse stato sviluppato dopo Twilight, l’avrebbero prodotto prima, ma ci avrebbero fatto togliere il sesso, e gli elementi profani”. E cosa pensa della saga di Twilight? ”Fino ad adesso sono riuscita a non leggere i libri e a non vedere i film. Ma se piace tanto ai ragazzi sono sicura che ci sia molto di buono” ha aggiunto con un sorriso beffardo. Del progetto su Hugh Hefner la sceneggiatrice, ex spogliarellista, dice di non poter parlare, mentre e’ entusiasta del film tratto dai romanzi per teenager di Francine Pascal, della serie Sweet Valley High (gia’ diventata negli anni ‘90 un telefilm), che ha per protagonista una coppia di giovani gemelle. La Cody e’ inoltre produttrice, ma non sceneggiatrice, di Breathers: A Zombie’s lament, un film sugli zombie: ”Ho deciso di farlo perche’ gli zombie mi piacciono molto, vanno forte al box office - ha detto la Cody - e perche’ sono cresciuta con i film di George Romero”.

Ultimi interventi

Vedi tutti