Questo sito contribuisce alla audience di

Wall Street Journal primo giornale Usa

Chiudono giornali nati online come Soitu.es, i milioni di contatti che registrano le notizie in rete non riescono a coprire le spese, Rupert Murdoch rinvia l’introduzione del pagamento per i[...]

Chiudono giornali nati online come Soitu.es, i milioni di contatti che registrano le notizie in rete non riescono a coprire le spese, Rupert Murdoch rinvia l’introduzione del pagamento per i contenuti dei suoi media su internet… In pratica, le inserzioni pubblicitarie su internet sono del tutto insoddisfacenti. Ma alla carta stampata va ancora peggio. Nell’ultimo trimestre in Usa, e’ crollata piu’ del 10% la diffusione dei quotidiani (la diffusione domenicale ha subito un calo pari al 7,5%). Nello stesso periodo dell’anno prima, la flessione quotidiana era stata del 4,6%. Certo, ci sono dei movimenti nelle classifiche dei giornali piu’ diffusi. Usa Today, giornale generalista, ha dovuta abdicare in favore del Wall Street Journal, la cosiddetta Bibbia della finanza (che online e’, in parte, a pagamento) e’ diventato cosi’ il piu’ diffuso nell’america del nord. Ed e’ anche l’unico fra i 25 piu’ importanti giornali a poter vantare un incremento di tiratura nell’ultimo trimestre: lo 0,6% in piu’ nei giorni feriali che equivale a circa 2,02 milioni di copie al giorno. Usa Today, d’altro canto, ha avuto un calo di diffusione del 17% (ora stampa 1,9 milioni di copie) forse addebitabili ad una minor presenza in luoghi pubblici come aeroporti e alberghi. Al terzo posto nella chart della diffusione Usa, si conferma il New York Times (-7,3%) che ora, con le sue quasi 928mila copie, finisce, dopo decenni, per la prima volta sotto al milione. La sua edizione domenicale ha registratoun -2,66%. Ultimo fra i primi, il San Francisco Chronicle, da qualche mese dato gia’ come se fosse sull’orlo del fallimento, deve fronteggiare un calo del 25,8% e fermarsi a nemmeno 252mila copie…