Questo sito contribuisce alla audience di

Un tesoro di vinile alla Casa Bianca

Il presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, ha un tesoro in cantina. Per la precisione, si tratta di piu’ di duemila ellepi’ che testimoniano la storia della musica che ha[...]

Il presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, ha un tesoro in cantina. Per la precisione, si tratta di piu’ di duemila ellepi’ che testimoniano la storia della musica che ha fatto da colonna sonora al secolo scorso. E di questo deve ringraziare un precedente inquilino della Casa Bianca, l’ex presidente Jimmy Carter, che la impreziosi’ con integrazioni da intenditore: Ramones, Rolling Stones, Sex Pistols e molti altri dello stesso calibro. Fu la Riaa, l’associazione dei discografici Usa (Recording Industry Association of America) ad inaugurare la White House Record Library con una ricca donazione iniziale ai tempi della presidenza di Richard Nixon. Carter fu l’ultimo ad occuparsene. Ronald Reagan la fece trasferire nei sotterranei e Bill Clinton preferiva suonare il proprio sassofono anziche’ ascoltare. E cosi’, oggi, la nuova coppia presidenziale si puo’ godere, ammesso che ne abbia il tempo, i Led Zeppelin, Santana, Talking Heads, Isaac Hayes, Neil Young…